Il Circuito Off invade la città con oltre 150 mostre in 200 sedi

L’appuntamento inaugurale il 7 maggio con concerti, negozi aperti e tortellata di beneficenza 



REGGIO EMILIA. Ottanta mostre in centro, 40 “fuori le mura”, 30 in provincia, 25 Off@School per 200 sedi espositive: il Circuito Off 2022 di Fotografia Europea si ingrandisce sempre più, con orgoglio dei promotori: Davide Zanichelli per Palazzo Magnani e Annalisa Rabitti per il Comune, che insieme alla curatrice Annachiara Rea l’hanno presentato in conferenza stampa.


Da sempre il fiore all’occhiello di Fotografia Europea, essendo il progetto che la rende popolare ed accessibile richiamando professionisti e amatori, anche quest’anno alla sua diciassettesima edizione ha ricevuto una miriade di adesioni.

L’appuntamento inaugurale è per il 7 maggio con concerti, negozi aperti, e tanti eventi per tornare a vivere insieme lo spazio cittadino. A partire dal primo pomeriggio, da via dei due Gobbi, sede di una storica residenza di artisti - reggiani e non, tutti impegnati nella diffusione della cultura fotografica - partiranno eventi, performance, workshop che ci accompagneranno fino a sera, quando alle 18,30 ai Chiostri di San Pietro verrà premiato il vincitore del Circuito Off. Dopo la premiazione, sempre ai Chiostri, la serata continuerà con una tortellata aperta a tutti negli spazi di Pause, la caffetteria dei Chiostri, il cui ricavato sarà devoluto in beneficenza a favore dell’Ucraina. La serata si chiude in musica con il concerto di Elasi, cantautrice, compositrice e producer Alessandrina.

Il Circuito Off è un’iniziativa libera e indipendente, che nasce proprio dalla volontà dei cittadini di partecipare alla kermesse e che anno dopo anno ha saputo rinnovarsi e organizzarsi sempre meglio e che continua a farlo in questa edizione, grazie a nuove collaborazioni ed eventi collettivi che spingono sempre più il Circuito Off di Reggio Emilia in un contesto nazionale.

È il caso di Ami - Archivio Mobile Italiano, il progetto a cura di Simone Cerio e Sara Munari che attraverserà l'Italia e che, grazie al coinvolgimento di festival, associazioni fotografiche e circoli, costruirà un unico e ricco archivio di immagini che verrà conservato al Museo di fotografia Contemporanea (Mufoco). Il 6, 7, 8 maggio Ami farà tappa anche a Reggio Emilia; venerdì 6 con la presentazione del progetto, il 7 e l’8 con un workshop condotto da Cerio e Munari. A conclusione di questo primo anno in giro per lo Stivale, tra tutti i partecipanti alle selezioni di Ami verrà individuato un progetto che vincerà l’Ami Prize, un premio in denaro per la realizzazione di una mostra nell’ambito del Circuito Off 2023.

Tra le mostre: Focus su Collettivo 1+1= 3: Alice Vacondio e Noemi Bigiani al Parco Cervi; Via Due Gobbitre / Donna iraniana racconta donna iraniana; Refoto: Laboratorio di ritratto alla Galleria Santa Maria 2; Spazio C21: 2501 Jacopo Ceccarelli in via Emilia San Pietro 21; Spazio Neutro: Jacopo Benassi in Via Emilia Santo Stefano 4; Flag No Flags di Emanuela Ascari nella Chiesa di San Carlo; Toschi arredamenti: Claudia Calegari; Food in Chiostri: Sara Davalli; Reggiane Off: Bruno Cattani ai Chiostri della Ghiara.

Altra opportunità, dedicata ai giovani fotografi fra i 18 e i 25 anni, è il Photo Contest 2022 di Panathlon International, dedicato ai temi dell'Olimpismo. Far conoscere il Panathlon e promuovere i valori dell'ideale sportivo sono gli scopi di questa iniziativa promossa dalla Fondazione Domenico Chiesa - Panathlon club Reggio Emilia - Fondazione dello Sport del Comune di Reggio e Circuito Off che permetterà di vincere numerosi premi.

Incentrato sul concept di questa edizione è Invernario, il contest organizzato da “Le officine - Spazio dedicato” per focalizzare l’attenzione su quei progetti di arte visiva che si pongono domande sul futuro del Pianeta Terra, sulla possibilità che anche lei possa vivere “un’invincibile estate” e su quale mondo la generazione attuale sta consegnando alle successive. I progetti che meglio sapranno interpretare queste domande e immaginarne le risposte, saranno presentati all’evento Invernario che si terrà a Reggio dal 2 al 5 giugno negli spazi di “Millennium” in viale Ramazzini.

Oltre a partecipare all'Off@School con progetti allestiti dai ragazzi, alcune scuole di Reggio sono state coinvolte nel progetto “L’arte a scuola-The Faces of innocence”, promosso con il Comune e la Fondazione Besharat Art, tramite l’artista Donatella Violi. Torna anche lo Speciale Samuela Solfitti, grazie alla collaborazione con il Servizio Officina Educativa del Comune.

© RIPRODUZIONE RISERVATA