Loredana Bertè non può cantare: rinviato il concerto del Valli

La signora del rock ferma per un’infezione delle vie aeree. La tappa reggiana del 14 aprile sarà recuperata il 25 maggio

REGGIO EMILIA. «Loredana Bertè ha bisogno ancora di qualche giorno per ristabilirsi pienamente e riprendere i concerti del suo spettacolare “Manifesto Tour 2022”». Parole che i fan della Bertè non avrebbero mai voluto sentire, e che purtroppo riguardano anche la data reggiana: la signora del rock avrebbe infatti dovuto fare tappa al Teatro Valli giovedì prossimo, il 14 aprile, ma anche questa data è saltata per il protrarsi della «laringotracheite e infezione acuta delle vie aeree basse non Covid relate» che ha colpito l’artista.
Il concerto, pertanto, è stato spostato a mercoledì 25 maggio. I biglietti acquistati saranno validi per la nuova data e tra pochissimi giorni ripartirà la nuova prevendita: online sul sito Ticketone.it e nel botteghino del Teatro Valli. Per maggiori informazioni si può scrivere a prevendite@arcire.it oppure telefonare all’Arci al numero 0522-392137.

Per godere del “Manifesto Tour”, dunque, non resta che attendere. E chi ha potuto assistere ai primi live può confermare che ne varrà la pena. Si tratta infatti di «una bomba»... come direbbe la stessa cantante. Una centrifuga di icone, suoni, pezzi di storia e stati d’animo. Un grande tributo al pop in cui dentro c’è davvero di tutto. Come un baule pieno di giochi, fotografie, ricordi, ma anche di frammenti di presente, che viene magicamente aperto ogni sera.

«Manifesto – ha raccontato la cantante per descrivere il tour – è una parola molto importante, addirittura citata già da Dante: per il poeta “farsi manifesto” significa esprimere tutte le proprie idee. Attraverso le canzoni, ho voluto mettere in evidenza il mondo che stiamo vivendo, in tutte le sue sfaccettature. Chi ascolta può capire molto bene. La figura che voglio maggiormente raccontare è la donna e il suo mondo». E a proposito è toccante “Ho smesso di tacere”, il brano scritto per lei da Luciano Ligabue, in cui si affronta il tema della violenza sulle donne: «Per smettere di tacere, serve coraggio, e a te, Loredana, il coraggio non è mai mancato», ha detto il Liga in un reciproco scambio di ringraziamenti.

«Attraverso le canzoni – ha poi detto la cantante – ho voluto mettere in evidenza il mondo che stiamo vivendo, in tutte le sue sfaccettature. Chi ascolta può capire molto bene. La figura che voglio maggiormente raccontare è la donna e il suo mondo». Il conto alla rovescia riparte...
© RIPRODUZIONE RISERVATA