Capossela al Fuori Orario di Gattatico con gli dei della letteratura

Sabato 23 aprile verranno recuperati i concerti di Natale annullati per il Covid. In programma “Ballate scritte a macchina, un repertorio bibliopedico”

GATTATICO. L’omaggio alle parole, e ai loro autori, nel luogo più amato. Sabato 23 aprile, nella giornata mondiale del libro, il Fuori Orario di Taneto di Gattatico tornerà ad accogliere l’artista più amato, quello più presente, Vinicio Capossela.

Quella sera il cantante e autore scandianese si esibirà nel recupero dei concerti natalizi annullati a fine 2021 all’ultimo momento a causa dell’entrata in vigore delle ulteriori restrizioni anti-covid introdotte in quei giorni dal Governo. Un blocco inaspettato, dopo tanta attenzione nelle settimane precedenti alle varie normative per cercare di organizzare comunque l’attesissimo evento, ovvero il grande classico natalizio di Capossela al Fuori Orario.


Una doppia serata pensata all’epoca anche come momento principale per festeggiare la nuova vita del circolo Arci di Taneto di Gattatico, ora affidata a una nuova gestione che ha mantenuto molte caratteristiche, a partire dal nome del locale, del gruppo storico.

Nell’annunciare l’inevitabile sospensione, Capossela aveva promesso un recupero speciale, e il momento è giunto: sabato 23 aprile, attorniato dalla sua band e da parecchi ospiti, verranno presentate delle “Ballate scritte a macchina”, una lunga carrellata di brani e letture di classici nuovi e vecchi della letteratura mondiale. “Un repertorio bibliopedico”, come recita il sottotitolo, che giunge non a caso nella giornata mondiale del libro, nella data della scomparsa di grandi scrittori e ispiratori, niente meno che San Giorgio, Miguel de Cervantes e William Shakespeare.

L’indice di base, già diffuso, è davvero fascinoso, con canzoni autografe di Capossela e composizioni letterarie altrui collegate ad alcuni testi sacri, e non per scherzo, della letteratura mondiale. Si va dall’amatissimo “Bardamù” estratto dalla Trilogia del Nord di Celine ai richiami all’amato John Fante de “L’accolita dei rancorosi” e “Il mio amico ingrato”, a cui aggiungere inchini quasi doverosi pensando al repertorio di Capossela: il Moby Dick di Melville, la Divina Commedia al centro del concerto sulla Pietra di Bismantova del luglio 2021 all’infinita malia dell’Odissea e degli estratti dall’Antico Testamento.

Le prevendite sono già aperte, tramite il portale online EventBrite, in cui è possibile prenotare il proprio biglietto. Il costo del tagliando è di 30 euro, a cui aggiungere nel caso le spese per la transazione online. A Natale tanti mancati spettatori avevano deciso di non chiedere il rimborso dei 35 euro dell’ingresso dell’evento, proprio per poterlo “spendere” nella futura occasione che Capossela aveva subito assicurato. La differenza rispetto all’attuale costo è di 5 euro, quindi, e per questi utenti vi sarà come compensazione una consumazione a scelta all’interno del circolo nella sera del 23 aprile. Per l’ingresso saranno valide le attuali indicazioni sanitarie per le iniziative al chiuso introdotte dall’inizio del mese in corso. Per altre informazioni è possibile contattare il circolo Fuori Orario al numero 375-5606552 e all’indirizzo mail revendite.fuoriorario@gmail.com.

© RIPRODUZIONE RISERVATA