Contenuto riservato agli abbonati

«Sì a look “pigiama” ma iper femminile. Per lui ok a maglioni ma banditi i jeans»

Carla Gozzi

Un ultimo dell’anno casalingo e cool con i suggerimenti di Carla Gozzi, la style coach più famosa d’Italia 

REGGIO EMILIA. Il capodanno si passerà in famiglia. Su questo non ci sono dubbi. Alla luce della situazione sanitaria che stiamo attraversando, non potrà essere altrimenti. E, anche se il brindisi sarà tra pochi conviventi e gli auguri a parenti e amici saranno a distanza, guardiamo al 2022 con speranza e cerchiamo di passare, per quanto possibile, un po’ serenamente questo giorno dell’anno. Così abbiamo chiesto qualche consiglio per affrontare, ugualmente con stile e col sorriso, anche questo strano periodo. Ecco quali sono i look “casalinghi” che ci suggerisce la style coach più famosa d’Italia, la reggiana Carla Gozzi, per un brindisi online con i nostri cari per sperare, comunque insieme, in un anno migliore.

Carlà, sono feste molto strane quelle che stiamo passando. Quali sono i suoi consigli per accogliere il nuovo anno?


«Capodanno sarà prevalentemente con i conviventi o con le persone veramente molto vicine, quindi gli auguri si faranno, così come è successo negli ultimi Natali, in videoconferenza, per telefono, o comunque attraverso i vari strumenti di comunicazione virtuali. Quindi, mai come quest’anno, suggerisco di indossare capi colorati, di puntare a toni forti e sgargianti, perché sappiamo che nelle conferenze virtuali il colore vince su tutto».

In particolare quali colori suggerisce?

«Il rosso è sempre stato un must per il 31 dicembre e, a maggior ragione, quest’anno lo sarà ancora di più perché ha un significato straordinario, di emotività, passione. Poi c’è un secondo colore su cui puntare, il fucsia, che è il colore della rigenerazione. Vanno bene tutte le tonalità del bouganville. Quindi si va dai rossi intensi fino ad arrivare al porpora e al viola, colore di grande ispirazione. Tutto questo riguarda lei: non si deve esitare con i colori forti».

E per lui?

«Vale la stessa regola. Pure per chi ama essere sobrio, bastano un accessorio, un papillon, un bracciale, una cravatta colorata. Se invece il lui in questione non è così formale, un tricot colorato è l’ideale. Si può stare su tutte le tonalità dei blu e dei verdi, in tinte molto accese. Il blu è il colore delle relazioni positive con gli altri, il verde è il colore per antonomasia dell’evoluzione, rappresenta la natura che ogni anno si evolve più volte nelle varie stagioni».

Per quel che riguarda i look?

«Consiglio di puntare su mises quotidiane, da casa, ma senza rinunciare allo stile. Quindi sono perfetti, per lui, un bel maglione colorato, magari non troppo spesso, con sotto una camicia in toni abbinati, poi pantaloni di tweed inglese o italiano. No ai jeans. Abbiniamo al maglione un pantalone dai colori sgargianti: un turchese, un blu royal, un azzurro Tiffany su un pantalone grigio, marrone o testa di moro o terra di Siena bruciato. Bando alle tinte chiare, tenui, naturali perché le abbiamo indossate praticamente da settembre fino ad oggi».

Invece per lei?

«Suggerisco il look “pigiama”, perché può essere molto sexy, molto femminile e comodo da casa. Nei colori che abbiamo indicato prima, di raso o di cotone. L’importante è indossarlo in modo femminile con sotto un top, una bella acconciatura e gioielli, ad esempio possiamo puntare su orecchini pendenti e importanti stile chandelier. Anche perché, se facciamo le videochiamate, al massimo abbiamo settanta centimetri tra noi e il telefono. Ricordiamo che non si vede molto dell’intero look, quindi tutto ciò che ruota attorno al viso e il beauty diventano sicuramente importanti: ricordiamoci di curare il trucco, di valorizzare gli occhi con ombretti colorati, poi la bocca torna protagonista in casa senza mascherina. Per chi intende invece fare riprese più da lontano, ecco che il look completo diventa fondamentale e per lei il tacco allora non deve mancare. Anche i nostri vicini comunque aspetteranno la mezzanotte per brindare, chiaro che dopo le 00.30 sarà il caso di tornare alle nostre vecchie e care pantofoline per non disturbare».

Sarà un brindisi al nuovo anno che inizia, però, un po’ amaro.

«Queste sono le linee guida per questo capodanno un po’ strano, con la speranza che il prossimo potremo davvero divertirci, uscire, fare festa e, a quel punto, i look saranno veramente spaziali perché potremo goderci appieno quei giorni dell’anno».

© RIPRODUZIONE RISERVATA