Vito al teatro De André con una pièce tragicomica sull’e-commerce

Sabato 18 dicembre (ore 20.45) a Casalgrande l’attore veste i panni di un negoziante rovinato dalla diffusione  degli acquisti sul web 

CASALGRANDE. Icilio Simonazzi è il proprietario di un negozio di elettrodomestici, dove non entra più nessuno. Da quando è esplosa la moda dell’e-commerce, gli acquisti sul web, la sua vita è rovinata.
In un mondo in cui tutto si può ordinare con un click sul cellulare, televisori, rasoi elettrici, felpe e persino le tagliatelle al ragù, Icilio è diventato utile come un paio di moffole da sci alle Maldive.

Questo è l’argomento, attualissimo, dello spettacolo “La felicità è un pacco” (vita spericolata ai tempi di Amazon) di Francesco Freyrie e Andrea Zalone, per la regia di Daniele Sala in programma al Teatro De André di Casalgrande sabato 18 dicembre (ore 20.45) che sarà interpretato dal popolarissimo Vito. Pièce tragicomica che tratta della smania generale per gli ordini on-line, del click compulsivo che hanno messo in ginocchio tantissime attività.

Nello specifico ha devastato anche la famiglia, in quanto la moglie è stata investita da un rider e ha perso la memoria, la figlia vive scaricando serie tv barricata nella sua camera sempre in attesa che arrivi il cibo ordinato con Just Eat.

E cosa fa Icilio/Vito? Un bel giorno Icilio decide che è arrivato il momento di reagire e mette in atto la sua personale e folle “Resistenza” alla modernità. Lui, un piccolo negoziante, dichiara guerra ai colossi delle consegne a domicilio e si trasforma in un comicissimo e furibondo Don Chisciotte che sfida, con la lancia del “politicamente scorretto”, i mulini a vento dei nuovi bisogni che il web ha creato e senza i quali sembriamo non riuscire più ad essere felici. Vito incarna l’estremo tentativo di ribellione alle storture dell’era digitale, conscio che, con il dilagare dello sharing di beni di largo consumo, non solo il capitalismo ha vinto sul comunismo ma gli ha anche fottuto il know how per fare profitto.