La danza in Fonderia riparte con “Dante”

Oggi alle 18 l’esibizione della Compagnia Artemis Danza inaugurerà la stagione autunnale della rassegna

Giulia Bassi

reggio emilia. Ritorna la brillante coreografa Monica Casadei che oggi alle 18 inaugurerà la stagione autunnale della Fonderia con la sua Compagnia Artemis Danza, protagonista dell’ultima produzione “Dante solo inferno”, creazione ispirata alla prima cantica della Divina Commedia.


Gli interpreti saranno i protagonisti di diversi quadri coreografici dedicati alle anime dannate incontrate da Dante nella prima cantica: Caronte, Minosse, Ulisse, il Conte Ugolino. La Casadei sceglie di seguirli lungo un percorso di peccato, consapevolezza, accettazione, dove il punto di arrivo non è più la punizione ma la forza espressiva dell’Io, nella sua pienezza e verità.

Il 19 settembre la rassegna prosegue con Aterballetto in un programma composto da tre coreografie itineranteiper gli spazi principali della Fonderia: “Eppur si muove” di Francesca Lattuada, “Punch 24” di Roberto Tedesco e “A poetry abstraction”, creazione di Diego Tortelli nata nel 2019 per la capsule Marina Rinaldi by Roksanda.

Le coreografie sono danzate da performer selezionati appositamente. Sono previste tre repliche dello spettacolo: ore 16.30, 18 e 19.30. A seguire ritorna in Fonderia il coreografo Daniele Albanese con Home Altrove, uno spettacolo e al tempo stesso una cornice di riflessione sulla comunicazione invisibile nella zona di confine tra l’azione e il pensiero, tra ciò che è qui e ciò che è altrove. Sabato 25 settembre alle 18 è programmata una prova aperta, mentre lo spettacolo di domenica 26 settembre alle 20.30 sarà introdotto da una breve lettura del filosofo Maurizio Zanardi e sarà seguito da un dialogo aperto tra il filosofo e lo stesso Albanese.

Il 20 ottobre il Nuovo balletto di toscana si cimenta nella Bayadère coreografia di Michele Di Stefano, mentre il 24 ottobre gli spettatori saranno accolti dai danzatori della Compagnia Sanpapié, indosseranno cuffie silent-disco e vivranno la peculiare “danza pubblica” della compagnia, ossia un’esperienza partecipata di pubblico e performer in tutti gli spazi della Fonderia.

La performance dal titolo Amigdala, firmata da Lara Guidetti, sarà rappresentata alle 10.30, 12, 15 e 17. Il 9 dicembre alle 20.30 in scena Concerto fisico, una partitura fisica e vocale che ripercorre e ridisegna la storia di Balletto civile, la compagnia nata all’interno dell’ex ospedale psichiatrico di Udine. Non mancheranno gli appuntamenti con le realtà coreografiche reggiane: il 29 ottobre la Xl dance company diretta da Laura Matano ed Emanuela Baratin presenta Seamless di Sabrina Rigoni e Prima di domani di Laura Matano, invece il 31 ottobre saranno protagonisti gli interpreti del corso di alta formazione Studioxl contemporary dance con Next stop palcoscenico (coreografie di Luna Cenere, Daniele Ziglioli, Taulant Shehu, Sabrina Rigoni) La Mm contemporary dance company di Michele Merola sarà in Fonderia il 28 novembre (prova aperta sabato 27) con Danza d’autore: trittico composto da Extended di Camilla Monga, Round trip di Roberto Tedesco e La metà dell’ombra di Michele Merola. Il corso di perfezionamento Agora coaching project chiuderà la stagione con “Made in Italy 25.0” il 14 dicembre (prova aperta lunedì 13).

© RIPRODUZIONE RISERVATA