“Libr’Aria”, un inno alla natura

Da oggi a domenica tre giorni di letture e laboratori nel parco dei Frassini di Albinea. Tra gli ospiti Piergiorgio Odifreddi

ALBINEA. Tre giorni di parole, immagini e riflessioni per bimbi, ragazzi e non solo. Parte oggi pomeriggio la tredicesima edizione del festival della letteratura per ragazzi “Libr’Aria” di Albineain programma fino a domenica nel parco dei Frassini, alle spalle della biblioteca e del municipio, nel centro del paese. In programma decine di proposte per giovani lettori di età diverse e diversi appuntamenti di grande interesse collettivo, a partire dall’incontro con il matematico Piergiorgio Odifreddi, che nel pomeriggio di domani presenterà il suo ultimo volume “Ritratti dell’infinito”.

La linea guida del festival sarà quella dell’ambiente e della natura, declinata in tanti modi. Non mancheranno anche gli appuntamenti speciali. L’inaugurazione, oggi pomeriggio, avverrà alla presenza di Oliver Igel, sindaco di Treptow-Köpenick, la municipalità di Berlino legata ad Albinea da un gemellaggio nato ai tempi della guerra, dall’uccisione di alcuni soldati tedeschi antifascisti che vennero scoperti dai nazisti mentre cercavano di unirsi ai partigiani della zona a Villa Rossi di Botteghe, sede di un comando sulla Linea Gotica. Una novità è la collaborazione degli studenti della scuola di italiano per stranieri del “Cpia Reggio Sud”, che ha la sua sede a fianco della biblioteca; sempre oggi alle 18.30 queste persone leggeranno fiabe e leggende delle loro terre natali. Prosegue poi il rapporto fra “Libr’Aria” e il reparto di Pediatria dell’ospedale Santa Maria Nuova di Reggio Emilia, al quale il festival donerà come di consueto diverse pubblicazioni da inserire nella biblioteca di corsia destinata ai piccoli pazienti.


Per tornare all’ambiente, un’altra tappa intrigante è il confronto con la fisica e climatologa Elisa Palazzi, che nella mattina di domani discuterà con i presenti partendo da “Perché la Terra ha la febbre?” scritto assieme a Federico Taddia.

All’insegna del verde e dell’ambiente naturale anche alcuni dei laboratori di illustrazione e gli spettacoli. Nella serata di domani, “Sfoglia le foglie” sarà il titolo dello spettacolo che segna il ritorno di Alessandra Baschieri e Gianluca Magnani, narratrice e musicisti ormai ospiti fissi di Libr’Aria. Domenica sarà poi Irene Penazzi, autrice e illustratrice, a curare il laboratorio che unisce illustrazione ed esplorazione e si ispira ai suoi lavori più recenti: “Nel mio giardino il mondo e Su e giù per le montagne”. Si passa alla storia domenica mattina con Sonia Maria Luce Possentini che, inerpicandosi per i sentieri dell’Appennino reggiano, ha riportato alla luce la storia dello zio Giovanni, detto il Nero, partigiano della Brigata Garibaldi, ribelle e coraggioso. Al racconto di “Nome di battaglia Nero”, Sonia unirà quello de “La fioraia di Sarajevo”.

Da segnalare poi gli appuntamenti “autogestiti” con la redazione Fuorilegge, composta da giovanissimi cronisti che dialogheranno con alcuni autori e terranno un diario digitale della tre giorni sul sito fuorilegge.org. E per chi i libri vorrà portarli a casa, sarà attiva una libreria nel parco gestita dal “Castello di Carta” di Vignola.

Gli spazi del parco dei Frassini permetteranno di accogliere sino a un massimo di 200 persone. La partecipazione dei bimbi e dei genitori va quindi confermata contattando la biblioteca comunale Neruda direttamente allo sportello, via mail a biblioteca@comune.albinea.re.it o al numero 0522-590232.

© RIPRODUZIONE RISERVATA