“Terre Matildiche Music Festival” tra concerti, teatro storia e gastronomia

Si parte domani (ore 20) all’Ostello La Rupe di San Giorgio  in compagnia di Michele Cortese, primo vincitore di X Factor

VETTO. A Crovara di Vetto in Val Tassaro, uno dei luoghi più suggestivi del nostro Appennino, ad agosto andrà in scena un’interessante rassegna con tanta musica, gastronomia e un paio di appuntamenti con il teatro. Il Terre Matildiche Music Festival, voluto e ospitato dall’Ostello La Rupe di San Giorgio, dopo i primi appuntamenti di luglio, entra ora nel vivo della proposta che alla qualità artistica e quella gastronomica abbina la bellezza mozzafiato del paesaggio, ma anche un capitolo di storia locale da scoprire che affonda le sue radici nel Duecento, tra i misteri del castello di Arduino da Palude (si dice che il suo fantasma vaghi ancora lassù) e la chiesa di San Giorgio che appare sospesa nel vuoto.

Il primo appuntamento agostano del Festival, domani (ore 20) è con la solidarietà in favore della Fondazione Cuore Domani, onlus attiva nella promozione della ricerca scientifica e nella divulgazione dei progetti di prevenzione ed educazione alla salute nel campo delle malattie cardiovascolari. A sostenere la raccolta fondi ci sarà Michele Cortese, il primo vincitore di X Factor; a Crovara per una serata tributo ai Queen in cui si potrà cenare con gli arrosticini abruzzesi e gustare prodotti a km zero. Inoltre sarà presente anche un mercatino con le specialità dei prodotti locali.


Sabato 7 (ore 20) la rassegna prosegue con la reunion West Coast e Southern Rock con Paul Bass, Luca Munarini e Claudio Palù, garanzia assoluta che sarà accompagnata, neanche a dirlo, da una grigliata di carne e verdure.

Il Terre Matildiche Music Festival di Crovara mercoledì 11 accoglie il primo dei due appuntamenti in programma con il teatro di Chicco Salimbeni. L’attore porterà in scena “Gola”, un monologo comico scritto dal compianto Mattia Torre che disegna un ritratto del nostro Paese visto da uno degli aspetti che più lo caratterizza: il cibo e il nostro rapporto con la tavola. E per restare a tema, il menù della cena, quella sera prevede il fritto misto del ristorante Da Mario a Gombio. L’appuntamento con il secondo mercoledì teatrale insieme a Chicco Salimbeni è per il 18 agosto quando andrà in scena il testo di Matteo Manfredini “Pari e patta”, la storia di un emiliano partito dalla provincia che ha conquistato il mondo. L’emiliano della nostra vicenda si chiamava Luciano Pavarotti. Nel sessantesimo anniversario del debutto del maestro, “Pari e patta” racconta la sua storia in modo accattivante, andando a scovare aneddoti anche poco conosciuti. A cena, in onore di Big Luciano, si potrà gustare la paella del ristorante Da Mario. Sabato 14 Ferragosto in compagnia della grande musica di Mel Previte, Roby Pellati e Antonio Rigo Righetti: gli amici di Luciano Ligabue si presentano come i Gangster of Love e dopo aver calcato i palchi più importanti del paese sbarcano a Crovara per una serata di mezz’agosto in pieno stile rock’n’roll che sarà accompagnata dalla tradizionale grigliata. Ultimo appuntamento sabato 21 con la jam session blues guidata dalla resident band Paul Boss & the Old String Band. Special guest, l’armonica di Max Lugli, la chitarra del grande bluesman siciliano Umberto Porcaro e tanti altri che si alterneranno sul palco più blues della provincia.

La prenotazione è obbligatoria su info.larupedisangiorgio@gmail.com o telefonando al 380/7747903. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA