L’Estate dei Teatri cala i suoi assi

Stasera ai Chiostri un talentuoso duo di musica da camera e domenica davanti al Valli sotto le stelle c’è Lella Costa 

REGGIO EMILIA. Un tris di spettacoli proposto per questo fine settimana dalla Fondazione I Teatri. Ce n’è per tutti i gusti: un concerto da camera, un evento di danza online, una pièce di prosa.

Quest’ultima in programma domenica 18 luglio sul palcoscenico allestito davanti al teatro Valli (ore 21,30) ha per protagonista Lella Costa ed è dedicata a Dante e le donne. Scritta insieme a Gabriele Vacis con il quale continua una collaborazione avviata nel 1996 che comprendeva anche “Traviata”, ha per titolo “Intelletto d’amore”. All’origine una commissione della Rsi, Radiotelevisione Svizzera Italiana, per la quale Vacis e la Costa avevano realizzato quattro podcast. L’idea di partenza è una lettura della Divina Commedia dal punto di vista delle donne, partendo dalla considerazione che i personaggi femminili, pur non essendo molti, sono determinanti. Basti dire che ad accompagnare Dante nel paradiso è una donna: Beatrice. Scelta coraggiosa, perché la donna – scrive Gabriele Vacis nella presentazione – in questo modo, assume un ruolo sacerdotale, guida spirituale che precede un uomo nel cammino verso la salvezza. Uno scandalo per il Medioevo del sommo poeta. Ma anche oggi, in fondo.


Il racconto scritto sceglie alcune tra le donne di Dante e le fa parlare direttamente al pubblico, in modo confidenziale, da prospettive “insolite”. Naturalmente c’è Beatrice, ideale dell’amore puro del poeta, ma anche di tanti altri da settecento anni in qua. E poi c’è Francesca che finalmente ci spiegherà perché Dante l’ha mandata all’inferno insieme al suo Paolo. Ci sarà Taide, la prostituta delle Malebolge, costretta ad annaspare nel letame per un motivo ben diverso da quella che è stata la sua “professione”. E Gemma Donati, la moglie del poeta, madre dei suoi figli, che spiegherà come si convive con l’ideale amoroso di tuo marito, se non sei tu. La narrazione delle protagoniste della vita artistica e privata del poeta si muove tra gioco e ironia, tenendosi fedele al vero storico e alla larga dalla parodia.

La danza in streaming (questa sera e domani, venerdì 16 e sabato 17 luglio, ore 21) ha per protagonista la compagnia britannica Rambert in “Rouge” di Marion Motin di genere hip hop stravagante con il quale vuole continuare nel proprio percorso, intrapreso durante i lunghi mesi di lockdown, di esplorazione delle nuove e diverse esperienze. Una sorta di cinematografia integrata con performance dal vivo, per condurre lo spettatore nel bel mezzo dell’azione e dargli qualcosa di diverso, che mai potrebbe ottenere in un teatro. Lo spettacolo, consigliato a un pubblico a partire dai 15 anni, è in diretta su rambert.org.uk/homestudio).

Il concerto di musica da camera vede invece questa sera (ore 21.30) ai Chiostri di San Pietro due tra le soliste italiane più blasonate: la violinista Francesca Dego e la pianista Francesca Leonardi (prima pianista donna italiana a registrare per la prestigiosa etichetta Deutsche Grammophon) impegnate nella Sonata K.454 di Mozart, Sonata n.1 op.105 di Schumann, Suite Italienne di Stravinsky e Tzigane di Ravel. Per prenotazione: biglietteria del valli, tel. 0522/458811, biglietteria@iteatri.re.it, www.vivaticket.com. Acquisto di biglietti in prevendita obbligatorio. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA