A Reggio Emilia torna il cinema sotto le stelle

Il programma della rassegna all’arena di via Samarotto. Capienza ridotta a causa del Covid: 220 i posti disponibili

REGGIO EMILIA. Il cinema ha bisogno di rincontrare il suo pubblico, di ritornare al centro della nostra vita culturale. Con questa ferma convinzione degli organizzatori, qualche giorno fa si è alzato il sipario dell’oramai storica arena di via Samarotto per accogliere il “Cinema sotto le stelle” con le due anteprime: La vita che verrà – Herself di Phyllida Lloyd e il nuovo film del reggiano Alessandro Scillitani Einstein parla italiano.

La programmazione per i mesi di giugno e luglio è stata presentata in conferenza stampa con la partecipazione dell’assessora alla cultura Annalisa Rabitti, Sandra Campanini responsabile Ufficio cinema e di Daniele Catellani, presidente di Arci promotore di questa rassegna quotidiana i cui partner sono il Gruppo Hera, Coop Alleanza 3.0 anche per raccontare tutti gli accorgimenti presi per garantire il distanziamento previsto dalla legge per poter accedere alle proiezioni in tutta tranquillità. A questo proposito con una riduzione di oltre la metà della capienza dell’arena adesso sono circa 220 i posti a disposizione, inoltre da quest’anno gli spettatori avranno a loro disposizione un piccolo punto di ristoro che aprirà un’ora prima dell’inizio del film. Per quanto riguarda la programmazione proprio stasera e domani due “imperdibili”: il film inglese The Father - Nulla è come sembra (19 giugno) di Florian Zeller, l’ultra premiato Nomadland (20 giugno, 3 e 25 luglio) di Chloè Zhao.


Un altro omaggio il 7 luglio. In occasione della ricorrenza dei tragici fatti del 1960, il Cinema sotto le stelle proporrà il documentario Nilde Iotti, il tempo delle donne, dedicato alla figura dell’illustre politica reggiana.

Tra gli appuntamenti: la 33° edizione di “Accadde domani. Nuovo cinema italiano”, la rassegna ideata per scoprire film di registi italiani che si sono fatti notare, agli sguardi più attenti, nel corso dell’anno cinematografico. A luglio saranno quattro gli appuntamenti che vedranno la presenza dei registi in arena, a partire dall’8 luglio con Francesco Fei con Mi chiedo quanto ti mancherò. Il 12 luglio Susanna Nicchiarelli presenterà il suo bellissimo Miss Marx, mentre il 14 arriveranno gli Extraliscio: Mirco Mariani, Moreno il Biondo e Mauro Ferrara a raccontare il doc di Elisabetta Sgarbi a loro dedicato. Infine, sabato 17 luglio Francesco Bruni sarà in via Samarotto per presentare la sua opera prima: Cosa sarà.

Inoltre, arriva alla quinta edizione “Ci lavoro”, la rassegna in collaborazione con la Camera del Lavoro. Per la programmazione della prossima settimana comprende tutte pellicole del 2019 e 2020 come il film drammatico Minari di Lee Isaac Chung (23 giugno) o le commedie: Due di Filippo Meneghetti (24 giugno) e Il Concorso di Philippa Lowthorpe (25 giugno) ma anche un classico ancora amatissimo: la deliziosa commedia di Jean-Pierre Jeunet Il favoloso mondo di Amelie (22 giugno) Le proiezioni nel mese di giugno e luglio inizieranno alle 21,30. Invariati i prezzi dei biglietti (6 euro intero e 4,50 il ridotto) che potranno essere acquistati già un’ora prima dell’inizio della proiezione direttamente in biglietteria o dal sito www.2tickets.it/stalloni. In biglietteria si potranno acquistare in prevendita tutti i film della rassegna. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA