A Scandiano parte “iLibera”, tour digitale nella Resistenza

Per partecipare basterà avere smartphone, cuffie e l'applicazione Telegram. Un viaggio reale e virtuale: ci si sposta nello spazio ma anche nel tempo

SCANDIANO. Una festa della Repubblica fra storia “digitale” e storia sui luoghi. Dal 2 al 4 giugno a Scandiano sarà possibile partecipare a una rievocazione storica molto particolare, pensata per essere seguita dal cellulare attraverso una fruizione individuale. Per partecipare all’iniziativa in programma è sufficiente avere uno smartphone, le apposite cuffie e l’applicazione Telegram.

“Scandiano iLibera” – figlia di quella “Libera Scandiano” che per tanti anni ha invaso il paese con storie e rappresentazioni itineranti legate alla Resistenza – è promossa dal Comune assieme ad Anpi, MaMiMò Teatro Piccolo Orologio e Spazio YAK - Karakorum Teatro e permetterà agli utenti di ritrovarsi negli anni Quaranta, fra la Resistenza, la guerra e poi la ricostruzione.


Sarà possibile scegliere tra tre percorsi, di cui si diventerà protagonisti con ruoli differenti: si può scegliere tra partigiano, staffetta e comune cittadino testimone storico delle vicende evocate.

Il punto di partenza è fissato davanti agli uffici comunali di piazza della Libertà 6, dove da oggi a venerdì sarà attivo un punto informativo a disposizione dei partecipanti per fornire tutte le informazioni utili sulla fruizione del gioco.

Gli organizzatori saranno presenti nelle tre giornate dell’iniziativa di fronte agli accessi agli sportelli Cultura, Sport, Gemellaggi e Giovani all’interno di Casa Spallanzani.

«Una volta iniziato il percorso – spiegano dall’amministrazione – lo spettatore farà un viaggio nel tempo e nello spazio, rivivendo i fatti salienti della lotta partigiana scandianese, fino ad arrivare al fatidico giorno della liberazione del 25 aprile, vivendolo in soggettiva, con una voce narrante che lo guiderà per tutto il percorso, e ascoltando le testimonianze storiche originali di alcuni protagonisti storici di quei giorni».

Gli spettatori potranno poi ripetere l’esperienza scegliendo un altro percorso e scoprendo altri fatti e un diverso punto di vista sulle vicende storiche.

La durata di ciascun tragitto a cavallo fra virtuale e reale è di un’ora, nel giro di una giornata è quindi possibile vivere tutte e tre le esperienze relative a quella che già all’epoca era una delle principali cittadine reggiane, teatro di tanti momenti di violenza e di rappresaglie (ne è un esempio quella compiuta all’inizio del 1945 a Fellegara), durante le quali rimasero coinvolti resistenti partigiani, fascisti italiani e soldati delle truppe occupanti tedesche oltre che tanti abitanti del periodo.

Durante il cammino per i luoghi scandianesi sarà l’applicazione Telegram a permettere di interagire con vocali audio fornendo anche indicazioni sui giri da effettuare nella zona storica della cittadina boiardesca.

Si potranno ascoltare inoltre interviste, narrazioni di testimoni, di parenti di persone protagoniste dei fatti dell’epoca e di esperti storici, frutto del lavoro di mesi curato dal centro teatrale MaMiMo. —


© RIPRODUZIONE RISERVATA