Rubino e Kholodenko all’Auditorium Toscanini

PARMA. La Toscanini è pronta ad accogliere il pubblico in piena sicurezza e prosegue nella programmazione della XLV stagione di concerti con due appuntamenti significativi che segnano, innanzitutto, la ripresa dei concerti in presenza, pur con le limitazioni imposte dalle norme di legge.

Dopo il concerto cameristico tenutosi ieri per la rassegna “Salotto Toscanini. Musica da vicino”, il cartellone prevede per la rassegna “Fenomeni” questa sera alle 19.30 all’Auditorium Paganini l’esibizione di Simone Rubino, un interprete eccellente alle percussioni e Vadym Kholodenko al pianoforte (vincitore nel 2013 del prestigioso Concorso van Cliburn), diretti da Maxim Pascal tra i direttori francesi più stimati soprattutto sul repertorio contemporaneo.


In programma oltre al Balletto in due scene, Apollon Musagète, di Igor Stravinsky e il Concerto per pianoforte e orchestra in la minore, op. 16 di Edvard Grieg, anche una prima assoluta: il Concerto per percussioni ed orchestra, scritto da Riccardo Panfili (che è anche filosofo) in due movimenti ispirato alla nostra sofferenza legata all’esplosione del virus. Quello che nel primo è una lenta caduta nell’inorganico, qui diventa un’ipotesi di battaglia, un ma-nuale di resistenza, come nella poesia di Franco Fortini a cui si ispira.

I concerti sono trasmessi anche in live streaming gratuito sul sito www.latoscanini.it e sulle pagine Facebook, YouTube e Vimeo de La Toscanini.

Per il concerto di questa sera è previsto inoltre il crossposting della diretta sulla pagina Facebook di Parma Capitale Italiana della Cultura. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA