Fra “Spartacus” e Jack Sparrow anche sulle reti non ci si annoia

Grandi classici, Verdone, Villaggio-Fantozzi palinsesti dei vari canali tv pieni di film 

PICCOLO SCHERMO

Al di là del mondo sconfinato delle piattaforme streaming, sarà una Pasqua da trascorrere davanti alla tv anche per chi all’on demand preferisce ancora il classico palinsesto televisivo, con tanto di programmazione e sveglia puntata sull’orario d’inizio del film da seguire.


Limitandoci ai due giorni di domenica e di Pasquetta, partiamo da un paio di titoli a tema. Su Rai 1, nella prima serata di Pasqua, andrà in onda “Risorto” (2016) con Joseph Fiennes. Sorta di giallo a sfondo biblico, il tribuno romano Clavio è incaricato da Ponzio Pilato di indagare sulla scomparsa del corpo di Cristo. Stesso giorno e solito orario, su Rai Premium c’è “Barabba” (2012), coproduzione italo-americana. Restando nel cinema in costume storico, Rete 4, nel giorno di Pasqua, presenta alle 12,30 il leggendario “Spartacus” (1960) di Stanley Kubrick con un istrionico Kirk Douglas nel ruolo del gladiatore che guida la rivolta degli schiavi. In parte disconosciuto dal geniale regista a causa dell’impronta pesante dell’attore sulla pellicola, resta un cult premiato con quattro Oscar.

Per chi ha voglia, piuttosto, d’evasione, Italia 1 propone il prima serata il film adatto: “Pirati dei Caraibi – Oltre i confini del mare” quarto episodio della fortunata saga, diretto da Rob Marshall, con l’immancabile Johnny Depp nei panni del pirata Jack Sparrow. Passando al satellite con Sky, il canale 303 per Pasqua è interamente dedicato a Harry Potter, a partire dalla mattina. In prima serata, tuttavia, andrà in onda il primo capitolo della famosa serie, “Harry Potter e la pietra filosofale” (2001) con il giovane mago interpretato da Daniel Radcliffe. A seguire, per chi vuol fare le ore piccole, altri due film, “La camera dei segreti” e “Il prigioniero di Azkaban”. Su Premium Cinema 2, invece, la prima serata va al grande vecchio, Clint Eastwood con “Il corriere – The mule” nel quale indossa i panni di un ottantenne, reduce dalla guerra di Corea che lavora come floricoltore, trasformandosi all’improvviso in corriere della droga.

Tornando ai canali in chiaro, sono due gioielli le programmazioni di Paramount e Canale 34. Il primo propone dalle 15 fino alla seconda serata, la saga ideata da George Lucas sull’affascinante, sebbene immaginario, archeologo Indiana Jones: si parte con “I predatori dell’arca perduta” (1981), per continuare con “Il tempio maledetto” (1984). Pre-serata con “Indiana Jones e l’ultima crociata” (1989), per concludere alle 21,10 con “Indiana Jones e il regno del teschio di cristallo” (2008).

Non è monotematica, al contrario, la Pasqua di Canale 34 che offre titoli e generi diversi, dalla mattina fino a sera. Si comincia con “Travolti da un insolito destino nell’azzurro mare d’agosto” (1974) di Lina Wertmüller, per pranzare insieme a “Fantozzi in paradiso”. A metà pomeriggio sarà la volta di “Bianco, rosso e Verdone” e, subito dopo, “Un sacco bello”. In prima serata largo al film Oscar di Sorrentino, “La grande bellezza”, per finire benissimo con “La dolce vita” di Federico Fellini.

Meno intensa, televisivamente parlando, la Pasquetta che, comunque, regala qualche svago. Italia 1 si collega al giorno precedente con “Pirati dei Caraibi – La vendetta di Salazar” (2017), quinto capitolo dell’epopea piratesca, mentre Rai Movie suona la sveglia con un doppio Fantozzi: alle 7,30 “Fantozzi subisce ancora” (1983), a seguire “Fantozzi contro tutti” (1980), rispettivamente quarto e terzo capitolo della saga del celebre ragioniere impersonato da Paolo Villaggio.

Guilty pleasure su Paramount, invece, in prima serata con “Dirty Dancing”, adorabile polpettone anni 80 sentimentale e danzereccio con il fascinoso Patrick Swayze, mentre Premium Cinema 3 ricorda Troisi con “Scusate il ritardo”. —

F.L.

© RIPRODUZIONE RISERVATA