Reggio Emilia, aperte le iscrizioni per partecipare al Circuito Off di Fotografia Europea... e il centro si accende

I progetti potranno trovare posto nelle gallerie d’arte ma anche in negozi, ristoranti, alberghi e ospedali

REGGIO EMILIA. Dopo un’edizione annullata e mesi di chiusura forzata di esercizi commerciali e istituzioni culturali, quest’anno più che mai, il festival di Fotografia Europea ha bisogno del circuito Off per ricominciare a vivere il centro storico e assaporare insieme ai suoi protagonisti quel clima di vivacità culturale che si estende nei quartieri e arriva fino alla provincia.

Apre oggi la call per partecipare al circuito Off, l’evento collettivo e gratuito che dà la possibilità a fotografi professionisti, emergenti e appassionati di avvalersi di una vetrina creativa e condivisa per esporre il proprio progetto fotografico nel periodo dell’anno in cui Reggio Emilia diventa capitale della fotografia nel panorama contemporaneo, animata dalla presenza di artisti internazionali, esperti, curatori e amanti della fotografia provenienti da tutta Italia.


I partecipanti dovranno rispettare e lasciarsi ispirare dal concept di questa sedicesima edizione del festival “Sulla Luna e sulla Terra, fate largo ai sognatori!”, fissando negli scatti la propria interpretazione di un tema che fa largo ai sogni e alla fantasia, appunto, e che saprà abbattere quelle barriere che la realtà attuale ha imposto. Per non arrendersi. Per credere nel futuro. Sotto il segno della condivisione.

Basterà caricare sei scatti del proprio progetto sul sito dell’Off off2021.fotografiaeuropea.it per procedere all’iscrizione, poi trovare una sede ospitante e allestire autonomamente la propria mostra nel periodo in cui si terrà il festival, quindi dal 21 maggio al 4 luglio, per far parte del circuito.

Personali o collettive, i progetti potranno trovare posto nelle gallerie, ma anche in contesti inusuali come negozi, ristoranti, alberghi, ospedali, teatri, studi di professionisti e laboratori artigiani, prediligendo però – in quest’anno così particolare – le esposizioni in vetrina o open air, che potranno garantire una fruizione in qualsiasi condizione e a un pubblico ampio.

Una giuria specializzata, composta dalla direzione artistica del festival, selezionerà i tre progetti più interessanti del Circuito Off.

All’autore o al collettivo del progetto vincitore del primo premio, riconosciuto durante una serata dedicata durante il periodo del festival (la data è ancora da definire), verrà data la possibilità di sviluppare una nuova mostra, con un contributo di 1.000 euro, da presentare in uno spazio dedicato durante la prossima edizione di Fotografia Europea, nel 2022.

Un’occasione assolutamente importante, un grande evento collettivo, libero e indipendente che rivela la crescente partecipazione dei cittadini alla manifestazione e la fiorente vitalità del mezzo fotografico, divenuto tra le maggiori forme d’arte contemporanea.

Per ulteriori informazioni è possibile rivolgersi ad Annachiara Rea e Ilaria Gentilini scrivendo alla mail circuito.off@fotografiaeuropea.it oppure tel/whatsapp 328/6625452 da lunedì a venerdì dalle ore 10 alle ore 12, martedì e giovedì dalle ore 15 alle ore 17. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA