Incontro con la compagnia Oyes dal palco alla piattaforma Zoom

REGGIO EMILIA

Wonderful #unlock nasce come progetto della Corte Ospitale per mantenere vivo il legame tra artisti e spettatori anche in tempi di Covid e di teatri chiusi. Nasce come forma di azione alternativa agli spettacoli annullati e alla chiusura dei teatri. Nasce per non restare sospesi, ma continuare a sentirci voci e corpi attivi. Wonderful #unlock è un’evoluzione in fase di pandemia del progetto Spettatori Wonderful.


È una call che si rivolge a spettatori e spettatrici di tutte le età, è uno spazio di condivisione e confronto per restare vicini e continuare a nutrire la nostra voglia di teatro. Gli incontri previsti seguiranno le date e gli orari degli spettacoli previsti in stagione e si terranno sulla piattaforma Zoom fino a quando non sarà possibile tornare insieme a teatro. Si prevedono incontri con gli artisti ospiti in stagione e con lo staff di Corte Ospitale.

Il primo incontro sarà questa sera (ore 21) con la compagnia Oyes che avrebbe dovuto portare in scena lo spettacolo “Vivere è un’altra cosa”, dedicato al tema della pandemia e al tempo sospeso di fronte al quale ci sta ponendo. L’obiettivo è ritagliarsi uno spazio di confronto per raccontarsi momenti di vita in questo tempo sospeso: il rapporto con la solitudine e la distanza, la vita di coppia, la famiglia, la paura del futuro, i piani b, i sogni, il virtuale partendo da alcuni brevi estratti dello spettacolo raccontati live dagli attori. Per partecipare basta iscriversi inviando un'email a biglietteria@corteospitale.org e riceverete il link d'accesso.

Gli incontri su Zoom saranno gratuiti. A chi partecipa al progetto sarà garantita una formula di abbonamento agevolato per gli spettacoli che andranno in scena al Teatro Herberia. Si prevedono anche i recuperi degli spettacoli saltati causa Covid. La partecipazione agli incontri su zoom non vincola all’acquisto dell’abbonamento. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA



La guida allo shopping del Gruppo Gedi