L’anno accademico della Luc tra filosofia, medicina e letteratura

Reggio Emilia, gli “incontri del martedì” sono confermati e si terranno in presenza ai Chiostri di San Pietro

REGGIO EMILIA. Da Nicola Lagioia a Donatella Di Cesare, da Ilide Carmignani, Francesco De Cristofaro a Lucio Caracciolo e Dario Fabbri, da Umberto Curi a Mauro Bonazzi, dal criminologo Adolfo Ceretti agli scrittori Matteo Nucci, Francesco Guglieri, al compositore e scrittore Cesare Picco, da Guido Crainz a Francesca Fauri, da Francesco Merli a Paola Ferretti… saranno alcune tra le tante voci importanti che potremo ascoltare nel corso del primo semestre di questo nuovo, diverso, anno accademico della Libera Università Crostolo, ormai per tutti la Luc.

Iniziato felicemente con una serie di iniziative all’aperto, dal 21 ottobre le attività proseguiranno al chiuso e alterneranno a eventi in presenza, trasmessi anche in live streaming (I Martedì della Luc, il corso su Medicina e relazione), a seminari on line, i webinar, gestiti in collaborazione con Edunova dell’Università di Modena e Reggio Emilia.


MITI SENZA TEMPO

Il primo corso/webinar riprenderà il percorso iniziato nel 2019 con grandissimo successo sui Miti senza tempo. I grandi miti classici che, a distanza di secoli, continuano a parlarci e a interrogare con forza il nostro presente. Interverranno: lo scrittore Matteo Nucci mercoledì 21 ottobre alle 16.30 che, attraverso lo sguardo di Achille e Odisseo, racconterà due diverse visioni del mondo, due modi antitetici di affrontare la vita; in collegamento dall’Università di Utrecht, dove insegna Filosofia, mercoledì 28 ottobre, Mauro Bonazzi, attraverso il grande mito di Antigone, affronterà il tema del conflitto tra ius e lex, tra norma morale e legge del potere; mentre il filosofo Umberto Curi, il 4 novembre, raccontando il mito di Alcesti che sacrifica la sua vita per salvare lo sposo, rifletterà sulla morte e sul significato che essa assume nella vita dell’uomo. Vecchi e sempre nuovi temi e dilemmi legati alla condizione umana. I miti ritorneranno in primavera con I Miti d’amore, curati da Umberto Curi.

LA PANDEMIA

A novembre inizierà il corso “Il Mondo dentro la pandemia”, sesta edizione degli Incontri di Geopolitica, organizzati dalla Luc in collaborazione con la rivista Limes, con Boorea e con la Libera Università Popolare. Con l’aiuto di illustri analisti geopolitici, ma anche di una delle filosofe più presenti nel dibattito pubblico italiano e internazionale cercheremo di capire quali nuovi e vecchi attori si muoveranno nello scacchiere globale nei prossimi decenni, quali i focolai di crisi. A partire da mercoledì 11 novembre alle ore 17.30 con Dario Fabbri su “L’America dei prossimi anni”, all’indomani delle elezioni presidenziali, mentre venerdì 13 novembre alle ore 17.30 Donatella Di Cesare, riprendendo il libro appena pubblicato “Virus sovrano”, ci darà un quadro dell’evento epocale che ha già segnato il XXI secolo e che sta cambiando la nostra esistenza e rifletterà su quali potranno essere gli effetti politici nel futuro. Nicola Pedde, direttore della ricerca sul Medio Oriente al Centro di Alti studi per la Difesa (Casd) del Ministero della Difesa, direttore della rivista “Geopolitics of the Middle East”, lunedì 23 novembre alle 17.30 parlerà del “Grande gioco del Medio Oriente” e dei conflitti armati in corso. Concluderà Lucio Caracciolo, direttore di Limes, lunedì 30 novembre alle 17.30, con un focus sull’Italia, “L’Italia è il mare”.

MEDICINA E RELAZIONE

Si ritornerà in presenza con il ciclo di incontri su “Medicina e relazione”. Saranno quattro incontri tutti alle 17: con Bruno Lillo Cerami “Il senso e l’orizzonte della vita” mercoledì 2 dicembre; Francesco Sandonà “L’umanizzazione delle cure. Le parole e la cura”, mercoledì 16 dicembre; Paola Ferretti “La maternità nell’arte e nel mondo” mercoledì 13 gennaio; Francesco Merli “Spiegare di più e comprendere meglio tra dati, regole e dubbi”, mercoledì 20 gennaio. La sede degli incontri è da definire.

IL ROMANZO

Con il “Romanzo” ci addentreremo nei capolavori della letteratura contemporanea. Il corso, on line, affronterà questioni cruciali della contemporaneità ma non solo. Inizierà Ilide Carmignani, pluripremiata traduttrice dei maggiori autori latino americani, parlando di Márquez e di “Cent’anni di solitudine cinquant’anni dopo”, il libro più importante – insieme al Don Chisciotte – di tutte le letterature di lingua spagnola lunedì 11 gennaio 2021 alle e 15.30; Francesco De Cristofaro, docente di Letterature comparate alla Federico II di Napoli, con “Il cieco sognò di essere cieco.

Da Cecità di Saramago a La strada di Cormac McCarthy” offrirà una interessante lettura del tema del contagio, lunedì 18 gennaio, 15.30; Flavio Fiorani, ispanista, docente all’Università di Modena e Reggio Emilia ci avvicinerà all’opera più famosa di Julio Cortázar “Il gioco del mondo” del 1963, lunedì 25 gennaio; la settimana dopo, lunedì 1° febbraio sarà la volta di una voce conosciutissima dagli ascoltatori di Pagina 3, Nicola Lagioia, direttore del Salone del Libro di Torino e scrittore, che inviterà alla lettura di Roberto Bolaño, uno scrittore per il XXI secolo, e lunedì 8 febbraio alle 15.30 ritornerà Ilide Carmignani, con un omaggio all’amico e scrittore scomparso pochi mesi fa, vittima del Covid 19: Luis Sepúlveda, il cileno errante.

I MARTEDI'

Ritornano anche i Martedì della Luc, gli incontri con scienziati, filosofi, economisti, storici, scrittori, musicisti aperti a tutta la città, a ingresso libero, oggi però con prenotazione obbligatoria. Si svolgeranno in presenza, con tutte le misure di sicurezza, ai Chiostri di San Pietro alle 17.30 e saranno trasmessi in diretta streaming sul sito www.liberauniversitacrostolo.it e sulla pagina Fb della Luc, grazie alla collaborazione con il Centro Interateneo Edunova dell’Università di Modena e Reggio Emilia.

A inaugurarli Adolfo Ceretti, docente di Criminologia all’Università di Milano-Bicocca e docente di Mediazione reo-vittima, e Niccolò Nisivoccia, avvocato e scrittore. La conversazione prenderà spunto dal libro “Il diavolo mi accarezza i capelli”. Memorie di un criminologo. E noi aggiungeremo di un grande criminologo. Ceretti ci accompagnerà tra scene del delitto e carceri di massima sicurezza, ripercorrendo la ricerca di tutta una vita, ossia il tentativo di muoversi lungo il confine che separa le vittime dai carnefici , per trovare i punti di contatto tra le due parti, per capire che cosa trasforma una persona in un criminale e com’è possibile riabilitarsi. Dall’omicidio Calabresi alle Brigate rosse, da Prima linea alla Uno bianca, il suo racconto libero da pregiudizi si intreccia con la storia d’Italia e affronta i grandi traumi della nostra coscienza collettiva: sarà ai Chiostri di San Pietro, martedì 27 ottobre.

Con Francesco Guglieri, già docente di Letterature comparate e oggi editor della casa editrice Einaudi, scrittore e giornalista che collabora con “Domani”, “Il Sole 24 ore”, la rivista “doppio zero” intraprenderemo martedì 10 novembre un viaggio nell’universo, tra la terra e il cielo, dal Big Bang alle sesta estinzione di massa che stiamo vivendo, attraverso i libri di scienza che l’hanno raccontato: una biblioteca scientifica minima – da Stephen Hawking a Stephen Jay Gould, da Yuval Noah Harari a Oliver Sacks, da Carlo Rovelli a Stefano Mancuso – letta con lo sguardo non dello scienziato, ma dell’umanista e del letterato che desidera condividere con gli ascoltatori il piacere di inoltrarsi in mondi che non conosciamo, stimolando la curiosità.

Martedì 1° dicembre tocca invece a Cesare Picco, uno dei concertisti più eclettici e originali di oggi, che recentemente ha esordito come scrittore con “Sebastian. Il viaggio che ha cambiato la vita e la musica di Johann Sebastian Bach”, a metà tra biografia e romanzo di formazione. Con il supporto di materiali audio e video Cesare Picco ci mostrerà un Bach del tutto inedito, colto nel momento di passaggio dall’adolescenza all’età adulta e ci racconterà una storia in cui l’amicizia e la musica si mescolano con la magia delle prime volte.

Info: tel. 0522/452182 o info@liberauniversitacrostolo.it —

© RIPRODUZIONE RISERVATA.