“EstaVezz” si conclude con una narrazione dedicata a Paride Allegri