Il Club Unesco chiede il sostegno degli abitanti della montagna