Contenuto riservato agli abbonati

La fiera di Sant’Andrea raddoppia il divertimento con due giorni di eventi

Domani e domenica tra shopping, passeggiate sugli asinelli per i bimbi, zucca e gnocco fritto del “Castlein”

CASTELNOVO SOTTO.  La fiera di Sant'Andrea, patrono di Castelnovo Sotto, raddoppia passando da uno a due giorni. Il ricco programma prevede una serie di eventi e intrattenimenti per tutte le età: la kermesse inizierà domani, e per tutta la giornata viale Gramsci si trasformerà nella strada dello shopping con negozi aperti e il mercato straordinario da Forte dei Marmi. Alle 11 nella chiesa della Madonna inaugurerà la mostra “L’economia castelnovese nella storia: documenti e immagini d'epoca” curata dall’architetto Gabriele Mattioli, mentre in piazza Prampolini avranno spazio i prodotti tipici regionali e le opere di arte e ingegno.

Domenica ancora grande festa con negozi aperti e mercato ambulante. L’associazione “Botteghe della Rocca” ha organizzato la cottura di caldarroste e due giochi: quello del salame e quello delle palline. Alle 14 esibizioni di ballo e dalle 15 divertimento per i più piccoli con “Asinobus”: passeggiata con gli asinelli per le vie del paese grazie ad “Asineria Reggio Emilia”. In piazza Prampolini torneranno i prodotti tipici regionali e le opere dell’ingegno. Spazio anche alla “Rotonda del Gusto e delle associazioni” con gnocco fritto del “Castlein”, degustazione di birra artigianale e vini, zucca e polenta fritte, ciccioli e prodotti agricoli a chilometri zero. Le associazioni di volontariato saranno presenti per illustrare le loro attività.


Per tutte e due le giornate, sotto i portici, sarà allestito “Carnevale in fiera”: una serie di installazioni realizzate dal Gruppo Prisma in collaborazione con il Carnevale del Castlein.

Sarà attivato anche un concorso che invita i visitatori a fotografarsi insieme a un’istallazione e inviare gli scatti a info@gruppofotograficoprisma.it. I dieci vincitori riceveranno un ingresso gratuito a una sfilata del Carnevale. Sia domani che domenica sarà presente il luna park e saranno aperti sia il museo della Maschera (in municipio), che quello delle Tappatrici in via della Repubblica. La fiera di Sant’Andrea, organizzata dall’amministrazione comunale, è da sempre uno degli appuntamenti più sentiti dalla comunità, come spiega l’assessore Cristina De Palmi.

«Visto il successo di partecipazione dello scorso anno – afferma – abbiamo voluto ampliare l'offerta della fiera su due giorni. Il programma è ricco di iniziative che spaziano dalla cultura, al divertimento, senza trascurare la gastronomia e il commercio. Queste occasioni sono importanti per la comunità, per incontrarsi e per promuovere le attività delle nostre associazioni di volontariato, che hanno tutte risposto al nostro invito a partecipare. Invitiamo tutti i cittadini a uscire di casa e vivere il paese, osservare la bellezza del nostro centro storico e delle nostre vetrine. Sarà una fiera speciale anche perché avremo a disposizione la piazza riqualificata. Lungo il riqualificato viale Gramsci si esibiranno gli artisti di strada e domenica i bambini potranno salire sulla schiena degli asinelli per una passeggiata insolita. Ma gli eventi a Castelnovo non finiranno domenica, visto che questa kermesse rappresenta l'inizio di un periodo natalizio come al solito ricco di eventi».

Il legame castelnovese con Sant’Andrea apostolo, patrono del paese, affonda le radici nei secoli scorsi. Le fonti storiche parlano della presenza di una cappella dedicata al famoso santo già intorno al 1.200, addirittura quando il paese era ancora conosciuto con il toponimo Castrum Novum. —