Reggio Emilia, oltre 1.700 corti arrivati da 75 paesi per partecipare al Reggio Film Festival

Fino al 18 novembre non solo film ma anche libri, laboratori e spettacoli sul tema “Terra” 

REGGIO EMILIA. Non solo cortometraggi, anche se saranno oltre ottanta quelli in gara, ma storie, libri, danza, teatro, film d’animazione e laboratori, sono i protagonisti di Reggio Film Festival in programma fino al 18 novembre.

L’appuntamento che quest’anno diventa maggiorenne, tesse una fitta rete di contaminazioni e collaborazioni, con luoghi e realtà cittadine per parlare con svariati linguaggi della tutela dell’ambiente. A confermare il crescente successo maturato negli anni dell’evento ideato e diretto da Alessandro Scillitani, gli oltre 1.700 corti arrivati da 75 paesi da cui la giuria ha scelto quelli ammessi alla rassegna dal titolo “Terra”.

A questi si aggiungono quelli delle sezioni speciali Città Mondo (dedicato al dialogo interculturale), Laicità, Family e Spazio Libero. A presentare ieri Reggio Film festival l’assessore alla Cultura Annalisa Rabitti, il direttore artistico Alessandro Scillitani, Matteo Bartoli direttore artistico del Nuovo Teatro San Prospero, Giacomo De Stefano coautore di Lampedusa Artica e Monica Morini del Teatro dell’Orsa.

Tutti concordi nel sostenere che il festival «oltre a portare a Reggio i corti provenienti da tanti paesi, tra cui quello che ha visto l’Oscar, lascerà spazio alle realtà locali e alla formazione e alla collaborazione con le scuole e a Officina Educativa, alla Fondazione I Teatri e a quella della Danza».

Tanti gli eventi in calendario in diversi luoghi della città. Si comincia questa sera, 5 novembre, alle 20.45 al cinema Cristallo con “Lampedusa Artica” mentre venerdì 8 alle 18 alla Libreria Punto Einaudi, Tullio Masoni dialogherà con Franco Piavoli, autore del film “Il Pianeta azzurro” vincitore del premio Unesco al 50° Festival di Venezia. Alle 19 seguirà l’inaugurazione della mostra di copertine della rivista di cinema indipendente inglese “Little White Lies” e alle 21 sarà presentata la selezione dei corti del concorso “Liberazioni creative – donne libere da ogni forma di violenza”.

Sabato 9 alle 15 al Rosebud si terrà un corso di cinema a cura di Roberto Manassero. Il 10 novembre al teatro San Prospero ci sarà l’omaggio a “Blade Runner”, mentre al Rosebud alle 21 sarà proiettato il film d’animazione “La famosa invasione degli orsi in Sicilia”. Tra gli incontri da segnalare quello di lunedì 11 novembre al Rosebud con Paolo Rumiz e quello del 15 novembre alla Libreria Einaudi con l’attore Ivano Marescotti. Da non perdere gli eventi del 12 novembre alle 19.30 all’Auditorium Credem per la selezione dei corti dedicati alla disabilità, e quello del 16 novembre alle 21 al Teatro San Prospero per “I saluti della terra” a cura del Teatro dell’Orsa.