San Prospero, messa solenne e bancarelle

Tre giorni di festa per la ricorrenza del santo patrono di Reggio Emilia. Ecco tutti gli appuntamenti

REGGIO EMILIA. San Prospero è la giornata che tutti i reggiani aspettano, quel giorno dove si possono ritrovare in piazza amici di vecchia data, riscoprire i sapori della nostra terra e assaporare l’aria frizzanti che precede il Natale. Il 24 novembre, infatti, tutte le strade e le piazze del centro storico saranno affollate dai cittadini e animate da musica e aromi d’autunno. Il programma degli eventi, come ogni anno, spazierà dalle celebrazioni liturgiche alle proposte di svago, dagli eventi culturali alle curiosità artigianali fino alla sensibilizzazione e al volontariato.

Le bancarelle in centro storico per la festa di San prospero


Ad essere coinvolta è l’intera comunità: oltre al Comune e alla Provincia, alla Diocesi di Reggio Emilia-Guastalla e ai custodi della Basilica di San Prospero, parteciperanno attivamente istituzioni e organizzazioni culturali e del commercio. «Si tratta di un’occasione per venire in centro – afferma Natalia Maramotti, assessore alla Città storica e Attività produttive del Comune di Reggio Emilia – L’organizzazione non è stata semplice ma non volevamo privare i nostri cittadini di questa giornata, utile soprattutto a valorizzare la città e i suoi valori. Ci aspettiamo un’ampia partecipazione da parte della cittadinanza».

I festeggiamenti saranno suddivisi in tre giornate, da venerdì 23 novembre fino a domenica 25. Alle 17 ci sarà la presentazione del volume “Don Ennio, il parroco di tutti” nella Basilica di San Prospero e alle 21, nella stessa sede, avrà luogo il “Concerto per la torre”.

sabato 24, il giorno del patrono, alle 11 verrà celebrata da monsignor Massimo Camisasca, vescovo di Reggio Emilia-Guastalla, nella basilica di San Prospero, la messa solenne. Nel frattempo le vie e le piazze del centro storico si animeranno con circa 264 banchi, da via Roma ai portici di San Pietro, da via Emilia Santo Stefano a piazza della Vittoria, fino a piazza Fontanesi, ove saranno situati gli stand di 40 soggetti tra associazioni, scuole e parrocchie.

Per l’occasione la Pro Loco della montagna offrirà i prodotti tipici autunnali in piazza San Prospero e la Biblioteca Panizzi osserverà un’apertura straordinaria con letture per bambini e non solo. I festeggiamenti termineranno domenica con il cosiddetto “Prosperino”, un’ulteriore occasione per immergersi nella tradizione culinaria reggiana e condividere un momento magico avvolti nell’atmosfera prenatalizia che la nostra città è da sempre in grado di offrirci.