Il boia nazista Adolf Eichmann abitò tre anni a Villa Minozzo "per cercare il tesoro del Quarto Reich"

È la tesi che Fabio Galluccio sostiene nel suo ultimo libro: «Rimase a Villa Minozzo dal 1946 al 1950, perché?». Secondo l’autore il boia nazista, che nel primo dopoguerra si è nascosto per anni sull’Appennino Tosco-Emiliano, era alla ricerca di un tesoro lasciato dai tedeschi in ritirata