“Volevo nascondermi” Il nuovo film su Ligabue

La vita di Toni sarà raccontata dal regista Giorgio Diritti per la Palomar Le scene saranno girate tra Reggio e Bologna. I primi casting a Guastalla

REGGIO EMILIA. A più di quarant’anni di distanza dallo sceneggiato Rai che fece conoscere la figura di Antonio Ligabue al grande pubblico, arriva un film dedicato allo stesso “Toni”, la cui lavorazione è in programma nei prossimi mesi. Si tratta di “Volevo nascondermi”, prodotto dalla Palomar per la regia di Giorgio Diritti, e che verrà girato tra le province di Reggio Emilia e Bologna.

Il nuovo lavoro della Palomar – una delle più importanti case di produzione italiane, che realizza, tra l’altro, anche la serie del “Commissario Montalbano” – vedrà l’inizio delle riprese a maggio.


Un nuovo attestato di stima, dunque, nei confronti della figura di Ligabue che, dopo essere stata al centro dell’importante produzione teatrale di Mario Perrotta, questa volta è finita nel “mirino” del regista Giorgio Diritti, autore fra l’altro di “L'uomo che verrà”, la pellicola in dialetto emiliano sulla strage di Marzabotto che nel 2010 vinse tre David di Donatello e tre Nastri d’argento.

Indimenticabile, ancora oggi, è stato invece l’esordio cinematografico di “Toni”, che nel 1977 venne portato in televisione dallo sceneggiato diretto da Salvatore Nocita, la sceneggiatura di Cesare Zavattini e Arnaldo Bagnasco e l’impareggiabile interpretazione di Flavio Bucci. Un’opera che ha portato alla ribalta nazionale non soltanto Ligabue ma anche Gualtieri e i suoi tratti distintivi di borgo tra i più belli d’Italia.

Per “Volevo nascondermi” – un efficace titolo che in sole due parole riesce a rispecchiare la difficile personalità del pittore gualtierese, timido e introverso – la produzione comunica di essere alla ricerca di un giovane attore tra i 16 e i 18 anni che interpreti Ligabue nel periodo adolescenziale, e un bambino tra i 6 e gli 8 anni che lo interpreti da piccolo.

Ligabue aveva una fisicità particolare: magro, orecchie a sventola, spalle ricurve; non si pretende una totale similitudine, ma una certa assonanza fisica, soprattutto per quanto riguarda il 16-18enne, mentre il bambino potrà avere tratti meno distintivi.

Oltre a lui, si ricercano per il resto del cast e figurazioni, uomini e donne adulti dai 20 ai 70 anni. Inoltre, per piccoli ruoli e figurazioni, bambini e bambine tra i 5 e 10 anni, e in particolare una bambina tra i 5 e gli 8 anni magra e minuta.

Una prima selezione avverrà nelle giornate del 16 e 17 marzo dalle 10 alle 18 nella sede della Proloco di Guastalla, a Palazzo Ducale. I minori dovranno essere accompagnati dai genitori. Per informazioni telefonare al 337-1003542.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

La guida allo shopping del Gruppo Gedi