L'estate dei reggiani con un best seller in valigia

Il libro più letto a Reggio Emilia è il Premio Strega "Le otto montagne" 

REGGIO EMILIA. Diceva Virginia Woolf: “Talvolta penso che il paradiso sia leggere continuamente, senza fine”. Sarà forse per questo che un buon libro non può mai mancare sopra il comodino d’inverno o nella nostra valigia d’estate. Le vacanze, tanto attese tutto l’anno, sono arrivate e ci siamo domandati: Che cosa leggono quest’estate i reggiani?.

Per i librai che abbiamo sentito – della Libreria All’Arco di via Emilia Santo Stefano alla Feltrinelli del centro commerciale Meridiana – non ci sono dubbi. “Le otto montagne” (ed. Einaudi) del 39enne milanese Paolo Cognetti, vincitore del premio Strega 2017, è il libro più amato visto che nell’ultimo periodo è al primo posto dei più venduti. C’è chi ha scelto di sfogliare le sue pagine in riva al mare, chi in cima a una vetta, chi all’ombra nel giardino di casa, chi sul divano del salotto con l’aria condizionata accesa. Fatto sta che la storia di Pietro, un ragazzino di città, solitario e un po’ scontroso, ambientata in montagna, ha conquistato un po’ tutti, sia donne che uomini.


Se si scorre la classifica generale dei libri più venduti, alla Libreria All’Arco segue al secondo posto il “Repertorio dei matti della città di Reggio Emilia” (ed. Marcos Y Marcos) curato da Paolo Nori ed esito di un laboratorio di scrittura che ha coinvolto diversi reggiani, dove vengono raccontati personaggi e fatti curiosi locali. A seguire “L’ordine del tempo” di Carlo Rovelli (Adelphi).

«In generale i gialli piacciono sempre d’estate: ad esempio stanno andando molto bene “Dentro l’acqua” di Paula Hawkins (autrice de “La Ragazza del treno”) e “Non ti faccio niente” di Paola Barbato che il 23 settembre sarà ospite della nostra libreria», fanno sapere dall’Arco. L’anno scorso c’era stato un boom dei coloring book, quest’anno invece «vanno meno». E per quel che riguarda i libri made in Reggio? «Oltre al “Repertorio dei matti”, spiccano la nuova guida di Reggio del Touring, l’enciclopedia dei proverbi reggiani “Cat vègna un câncher” di Giuliano Bagnoli. Sta piacendo molto “La storia di Reggio narrata ai giovani” di Andrea Balletti e merita una segnalazione “Il posto della vita e della morte”di Matteo Caffettani. Al nono posto (la settimana precedente era al quarto) c’è “Il piano inclinato” di Romano Prodi”. «I libri legati ai viaggi sono particolarmente apprezzati, come ogni estate». Ecco che la libreria del centro ha realizzato in questi giorni una vetrina a tema mare-monti. «Per i più piccoli “Le Storie della buona notte” continuano a essere vendute molto bene, è così dall’inizio dell’anno. Ci sono poi le proposte legate ai cartoni del momento, come Pj Masks - Super pigiamini, oppure quelle con attività di pre-scuola, giochi, enigmistica, quiz”».

Simili le scelte dei lettori alla Feltrinelli di Reggio. Confermato il primo posto per “Le otto montagne”, al secondo in questo caso si trova “La rete di protezione” (ed. Sellerio) di Andrea Camilleri (al 4° all’Arco), al terzo le “Donne che comprano fiori” (ed. Feltrinelli) di Vanessa Montfort. Al nono, si trova il primo libro a tema politico, quello di Matteo Renzi “Avanti. Perché l’Italia non si ferma”.

E se si sbircia tra i volumi reggiani, ecco che anche qui spicca il “Repertorio dei matti”. «Sta piacendo pure – ci dicono – “L’eretica di Dio” della scrittrice reggiana Rita Coruzzi: un romanzo storico appassionante, ambientato nel 1412 che racconta la storia di Giovanna D’Arco. Per i bambini, Harry Potter va per la maggiore, così come “Diario di una schiappa”, serie di libri per ragazzi scritta dall'autore statunitense Jeff Kinney, e “Storie della buona notte per bambine ribelli. 100 vite di donne straordinarie”, che in realtà è molto amato anche dagli adulti».

Confermano il fatto che i gialli siano il genere che va per la maggiore ma anche i romanzi rosa non vogliono essere da meno specie tra le lettrici. «Sveva Casati Modigliani o Nicholas Sparks sono molto apprezzati dalle donne, gli uomini stanno scegliendo molto le proposte di Jo Nesbo e Marcello Simoni. In generale piace anche “L’amica geniale” di Elena Ferrante e, una particolarità è che sta andando bene pure il libro scientifico “L’ordine del tempo” di Carlo Rovelli». In tema di viaggi? «Diversi italiani quest’anno hanno scelto di stare in Italia e questo si vede anche dalle scelte fatte in libreria. Abbiamo venduto molte guide del Bel Paese».