L’archeologia linguistica si fa a suon di “cancheri”

Reggio Emilia, lo studioso Giuliano Bagnoli: «Il vernacolo si trasforma ma non muore mai». E aggiunge: «Ma i bigotti e quelli “da la boca dòulsa” dovrebbero leggere altro»

Risotto alle pere, prosciutto croccante e robiola di capra

Casa di Vita