Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

San Lorenzo in Val Tassobbio, tra sentieri e storie magiche

Castelnovo Monti, un'idea su dove trascorrere la notte del 10 agosto a caccia di stelle cadenti

CASTELNOVO MONTI. Fra boschi, fiumi, radure, musica e oscurità, una lunga camminata “per poi uscire e riveder le stelle”. Fra tutte le proposte reggiane per la notte di San Lorenzo, una delle più suggestive è sicuramente quella organizzata fra Gombio e Vedriano dall’associazione di volontariato "Torri e fontane". Una lunga passeggiata notturna nella bellissima vallata del Tassobbio al confine fra Castelnovo Monti e Canossa, fra Gombio, Trinità e Canossa, in una delle aree naturalistiche più ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

CASTELNOVO MONTI. Fra boschi, fiumi, radure, musica e oscurità, una lunga camminata “per poi uscire e riveder le stelle”. Fra tutte le proposte reggiane per la notte di San Lorenzo, una delle più suggestive è sicuramente quella organizzata fra Gombio e Vedriano dall’associazione di volontariato "Torri e fontane". Una lunga passeggiata notturna nella bellissima vallata del Tassobbio al confine fra Castelnovo Monti e Canossa, fra Gombio, Trinità e Canossa, in una delle aree naturalistiche più suggestive del medio appennino, con le sue vallate e le sue salite brusche.

La camminata prevede diverse tappe culturali e storiche, con alcune sorprese e con tanti approfondimenti narrati in prima persona dagli abitanti della zona. Si partirà alle 20 a Casa Paoli di Pietranera di Vedriano, nel territorio di Canossa. Dopo circa due ore di marcia fra sentieri e carraie si arriverà alla sede di “Torri e fontane”, nella canonica della chiesa nuova di Gombio sulla strada provinciale Felina-Trinità. Lì ci si potrà dedicare alla buona tavola e a osservare le stelle.

«Durante il cammino saranno illustrate le caratteristiche geologiche e naturali della Valle del Tassobbio, saranno raccontati eventi storici e di cronaca passata dai protagonisti stessi. Ci saranno incontri con personaggi straordinari (si consiglia di avere in tasca 1 centesimo)», spiegano i promotori. In una delle aree boschive, ad accogliere i camminatori ci sarà anche il fisarmonicista Paolo Gandolfi, uno dei principali interpreti al mondo dello strumento: «In un teatro naturale nel bosco, appena recuperato all'incuria di tanti anni, si potrà ascoltare la sonata d'amore per un'anima bella eseguita dal maestro per eccellenza», rivelano dall’associazione. Le storie, comunque, non mancheranno. Quelle private, quelle rurali, quelle drammatiche della guerra, come quella di Ida e Augusta. Due donne tedesche arrivate in paese assieme ai mariti, migranti in Germania poi tornati a casa. Nel 1944, durante un’azione nazista, sono le due donne a impedire un massacro in paese, prima sgridando nella loro madre lingua gli stupiti soldati tedeschi e poi trattando con gli ufficiali.

Per informazioni e prenotazioni telefonare ai numeri 338 9606857 e 0522 814749. Su Facebook, nella pagina "Torri e Fontane" si trovano ogni giorno nuove informazioni. Chi è interessato a partecipare deve portarsi una torcia, e indossare scarpe adatte alle camminate nei boschi.