Show degli chef reggiani in piazza

Stasera (ore 21.30) D’Amato, Vezzani e il gelatiere De Feo all’opera con l’aceto balsamico

REGGIO EMILIA. Oggi tre grandi chef reggiani utilizzeranno l’aceto balsamico tradizionale di Reggio Emilia in uno show cooking aperto a tutta la città. Dalle 21.30, in piazza Prampolini, lo chef di “Caffè Arti e Mestieri”, Gianni D’Amato, il collega del ristorante “Cà Matilde”, Andrea Incerti Vezzani, e il mastro gelatiere della gelateria “Capolinea”, Simone De Feo, cucineranno dal vivo tre ricette. Il balsamico utilizzato sarà quello prodotto da tre diverse acetaie della nostra provincia - San Giacomo di Novellara, Picci di Cavriago e l’acetaia di Montericco di Albinea – e, nel corso della serata, verrà abbinato da D’Amato al pesce, da Incerti Vezzani ai prodotti dell’aia e da De Feo al dessert. L’evento – promosso da Cna, con il patrocinio del Comune e il contributo della Camera di Commercio di Reggio Emilia – sarà in seguito trasmesso a Expo 2015. «Questa iniziativa rappresenta un modo per raccontare l’aceto tradizionale balsamico del nostro territorio, che è meno noto rispetto ad altri nostri prodotti come il Parmigiano Reggiano e che, invece, merita di essere ugualmente valorizzato», ha dichiarato il direttore di Cna-Reggio Emilia, Fabio Bezzi.

«Lo scopo – ha proseguito l’Assessora alla Città Storica, Natalia Maramotti – è di legare storia e qualità del prodotto all’internazionalizzazione, di modo tale da ampliarne la conoscenza il più possibile e attrarre turismo».

Il presidente del Consorzio dell’Aceto balsamico tradizionale di Reggio Emilia, Andrea Bezzecchi, insiste nel sottolineare la differenza tra «aceto balsamico di Modena e aceto balsamico tradizionale di Reggio Emilia», che, come «l’aceto balsamico tradizionale di Modena, è fatto e prodotto unicamente con materie prime provenienti dal territorio locale, è invecchiato almeno di 12 anni e rispetta un disciplinare molto rigido».