Contenuto riservato agli abbonati

Il ds Biagini: «Fatto un percorso eccezionale: è un Lentigione da dieci e lode»

Il dirigente carica l’ambiente in vista delle ultime tre decisive gare della stagione 

LENTIGIONE. Il Lentigione si prepara a vivere un finale di stagione rovente, raggiunto il Ravenna al secondo posto in classifica e ridimensionato il distacco dalla capolista Rimini ora distante solo 6 punti e con lo scontro diretto all’ultima giornata.

Alla vigilia della prima delle ultime tre gare, il direttore sportivo Alberto Biagini analizza il momento che vede la sua squadra ampiamente in corsa per la vittoria del campionato.


Tre gare al termine. Con tre vittorie questo Lentigione potrebbe agganciare il Rimini al primo posto considerando lo scontro diretto all’ultima giornata. Cosa ne pensa?

«Noi proveremo a fare il massimo dei punti come abbiamo fatto finora concentrandoci su una gara alla volta, poi alla fine vedremo dove saremo arrivati. È molto difficile che il Rimini possa cadere prima dello scontro diretto, ma noi dobbiamo pensare a fare il nostro lavoro e poi vedremo che valore avrà la gara del 22 maggio. Intanto, abbiamo agganciato il Ravenna e vogliamo assolutamente consolidare il secondo posto».

Una posizione in classifica che vi pone al momento tra due contendenti come Rimini e Ravenna, allestite per un solo traguardo: la vittoria.

«Lo abbiamo detto più volte durante la stagione, ce la stiamo giocando alla pari con competitor che per piazza, blasone e investimenti fatti sono di un’altra categoria. Abbiamo fatto un percorso eccezionale, da 10 con lode, e lo vogliamo chiudere al meglio cercando di arrivare secondi per poi affrontare i playoff e vincerli».

Pensando alla gara persa con l’Aglianese, quanto rammarico c’è?

«Diciamo che le gare con l’Aglianese in casa loro sono per noi un tabù, tra le due sconfitte in campionato e la finale playoff persa lo scorso anno. Nell’ultima occasione sono stati sicuramente gli episodi a voltarci le spalle: abbiamo create molto e pagato nelle uniche disattenzioni avute. Non possiamo, però, avere rammarico con 77 punti in 35 partite di cui 24 vinte. Deve prevalere in noi la consapevolezza del grande percorso fatto e che vogliamo concludere al meglio».

Al di là della stagione in corso, questo momento così positivo rende merito a un percorso iniziato da lei tre stagioni fa e che ora sta dando i suoi migliori frutti.

«La mission che ci ha affidato il patron Amadei in questi anni è sempre stata quella di essere competitivi, divertendo e divertendoci. Credo che fino a questo momento siamo riusciti a rispettarla».

Sul calendario del Lentigione, anche un’amichevole con la Reggiana per tenere caldi i motori.

«Sì. Giovedì 12 maggio con grande piacere affronteremo la Reggiana in un allenamento congiunto infrasettimanale. Speriamo di essere per loro un buon test in vista dei playoff, che auguro alla Regia possano portare a una promozione in Serie B che sarebbe davvero meritatissima, dopo un campionato straordinario in cui la differenza con il Modena è stata determinata da una traversa e da un gol al 93’ del portiere gialloblù».



© RIPRODUZIONE RISERVATA