Settimana decisiva per scegliere la Reggiana che giocherà sabato

Tra giocatori infortunati e atleti da poco negativizzati Aimo Diana sceglierà l’undici che affronterà la Pistoiese

REGGIO EMILIA. Il tecnico Aimo Diana ha svolto venerdì a Calerno l’ultimo allenamento settimanale e poi ha concesso due giorni di riposo. I granata si ritroveranno domani per iniziare la settimana che li porterà al ritorno in campo nella sfida di sabato 22 gennaio (ore 14.30) contro la Pistoiese. Per sapere il numero di giocatori a disposizione del tecnico granata occorrerà attendere il test dei tamponi sia al gruppo squadra che ai quattro atleti che sono in quarantena perché risultati positivi.

Alcune defezioni sono abbastanza sicure perché è difficile pensare che in un recupero atletico dei quattro giocatori sono oggi positivi al Covid ma lo stesso vale anche per i cinque atleti che la scorsa settimana si sono negativizzati ma che sul piano atletico hanno risentito di qualche postumo. Sarà questa settimana la cartina di tornasole per capire chi potrà essere della partita dal primo minuto.


Aimo Diana si è detto ottimista e ha manifestato fiducia nel suo gruppo di giocatori e in effetti l’organico granata ha sempre dimostrato di essere all’altezza della situazione anche in emergenza.

La Pistoiese, nel frattempo, ha comunicato la positività di un nuovo giocatore mentre un altro atleta si è negativizzato. Una Pistoiese che è anche alle prese con il cambio di proprietà: della famiglia Ferrari al tedesco Stefan Lehmann. Il neo tecnico Giovanni Lopez, che ha sostituito David Sassarini, confida anche di poter avere per la sfida con la Reggiana alcuni rinforzi dal mercato.

Intanto trovano conferma le indiscrezioni su quello che sarà il protocollo Covid per la ripresa del campionato. Manca ancora il documento ufficiale ma è arrivato anche l’avvallo del Comitato Tecnico Scientifico. Quatto sono i punti salienti.

Rinvio della partita. Scatterà superando il 35% di casi positivi tra gli atleti inseriti nella lista che le società depositano alla Lega Pro. La Reggiana ha presentato alla Lega Pro una lista di 25 giocatori escludendo Laezza infortunato e il portiere Russo. Dei 25 fanno invece parte il baby Marconi e l’infortunato Del Pinto. All’atto pratico, si gioca fino a 8 positivi mentre con 9 positivi la partita dovrà essere rinviata.

Da positivi a negativi. I giocatori risultati positivi, una volta usciti dall’isolamento dovranno sottoporsi per 5 giorni a test quotidiani e saranno tenuti a utilizzare anche fuori dall’attività, la mascherina Ffp2

Contatti a basso rischio. Sono definiti così coloro che entrano in contatto con il gruppo squadra in modo non continuativo, devono usare la mascherina Ffp2 e devono comunque aver completato il ciclo vaccinale.

Tamponi prima della gara. Il nuovo protocollo prevede che indipendentemente dallo stato vaccinale debba essere effettuato un test antigenico con esito negativo 4 ore prima della gara. I giocatori professionisti sono paragonati ai lavoratori per cui possono continuare a svolgere la propria attività anche con il solo green pass (tamponi) e possono utilizzare gli spogliatoi ma non i trasferimenti in autobus, aereo e nave.

© RIPRODUZIONE RISERVATA