Il Lentigione nella tana dell’Aglianese per fare bottino pieno

Dopo più di un mese i biancorossi in campo per il recupero Serpini: «Gara piena di incognite ma vogliamo far bene»

Mara Bianchini

lentigione. Il Lentigione torna in campo alle 14,30 di oggi pomeriggio.


Dopo quasi un mese di stop la formazione di Cristian Serpini recupererà la partita contro l’Aglianese sospesa, l’8 dicembre scorso, per neve.

«La voglia di tornare in campo è tanta - spiega il tecnico biancorosso - abbiamo chiuso l’anno con la partita di Carpi e abbiamo voglia di riassaporare le emozioni della partita».

La formazione rivierasca ha chiuso l’anno con un pareggio e avrebbe dovuto scendere in campo, proprio contro l’Aglianese, il 30 dicembre ma la partita venne rimandata a causa di alcuni positivi nel gruppo squadra toscano. Rientrata l’emergenza e fatti i tamponi ora si può tornare in campo.

«Abbiamo avuto anche noi qualche giocatore contagiato che è rientrato la scorsa settimana. Rispetto a chi ha avuto la possibilità di allenarsi sempre non sarà in condizione perfetta ma comunque buona».

Ripartire con il piede giusto sarà importante per questo Lentigione che sta facendo un campionato di vertice e per rimanere nelle parti alte della graduatoria dovrà imporsi sull’Aglianese. Nella prima sfida dello scorso anno il Lentigione aveva pareggiato davanti al proprio pubblico, dopo aver disputato la miglior partita della stagione, aveva perso nella partita di ritorno e perso anche nella finale dei playoff.

«Sappiamo che avremo a che fare con una squadra forte che punterà a risalire la classifica e rientrare nelle prime della classe - tiene a sottolineare Serpini -. Affrontiamo giocatori di alto livello come Artioli, Colombini o Brega che in categoria possono fare la differenza. Sicuramente sarà una partita con un po’ di incognite perché tornare in campo dopo parecchio tempo ha sempre i suoi punti interrogativi. Ma abbiamo voglia di fare, di fare bene, di imporre il nostro gioco e di mettere punti fra noi e loro. Al momento non sarà a disposizione Tarantino per una distorsione alla caviglia mentre gli altri saranno tutti schierabili».

La partita sarà diretta dai fischietti Cristiano Ursini di Pescara con Alessandro Donati di Macerati e Justin Dervishi di San Benedetto del Tronto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA