Ale Bastrini ha deciso «Riparto dal Colorno»

L’ex granata ritroverà anche il compagno Christian Altinier «La promozione in B? Un affare tra la Regia e il Modena»

Nicolò Rinaldi

REGGIO EMILIA. Aspettando la ripresa del campionato, fissata per il 30 gennaio, Alessandro Bastrini si prepara a tornare in terra reggiana da avversario: il difensore nativo di Domodossola, che ha vestito la casacca granata nel 2017/18, è infatti approdato al Colorno che ha già ingaggiato un altro ex granata, Christian Altinier.


Dopo la Reggiana, Bastrini ha vestito la maglia del Monopoli. E ora, questo ritorno in Emilia. «Il Colorno di mister Bernardi è la piazza ideale per rimettermi in gioco - sottolinea Il blasonato classe '87 - La realta' del club parmense mi ha convinto in modo immediato, perché qui c'è davvero tutto cio' che serve per approdare in serie D: valore della squadra, impiantistica e solida programmazione da parte della societa».

Tra le sue future rivali figurano Arcetana, Rolo, Campagnola e Bibbiano San Polo: quali sono le sue impressioni in merito al quartetto reggiano del girone A?

« L'Emilia è una zona che conosco da tempo, anche per le mie esperienze con Modena e Sassuolo. Chi vede questa Eccellenza come una sorta di serie D non sbaglia: al di là delle indicazioni che l'attuale classifica fornisce, credo proprio che il livello generale sia davvero molto alto».

Lei e' ottimista in merito al futuro della stagione agonistica?

«A mio parere, ci sono buone ragioni per essere fiduciosi in una ripresa e in una regolare conclusione del campionato: o quantomeno e' una speranza che ci deve animare tutti in modo più che convinto. Sono in forma, e mi associo alla grande schiera di giocatori che pure in questa categoria non vedono l'ora di tornare in campo».

Che cosa le ha lasciato la Reggiana, sotto l'aspetto sportivo e umano?

«Come persona mi ha lasciato tantissimo, e non a caso sono rimasto in contatto con tutti i protagonisti granata di quella stagione in C: ad esempio Rozzio, Malpeli, ma pure Matteo Ferri che peraltro ha propiziato il mio approdo a Colorno. Quanto ai risultati, eravamo sul pinto di trionfare e lo avremmo meritato: peccato solo per quella partita col Siena, che ci venne rubata con un rigore al 97».

La Regia puo' puntare all'immediato ritorno in B? «Certo: lo dico non solo da tifoso, ma pure da addetto ai lavori. La rivale piu' accreditata fino all'ultimo sara' il Modena: entrambe possono contare su ottimi allenatori, con cui ho avuto occasione di lavorare negli anni scorsi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA