Pederzini: «Con Pivetti l’Arcetana sta volando»

scandiano. Pur avendo chiuso il 2021 con la sconfitta sul campo della capolista Cittadella Vis Modena, l’Arcetana ha saputo guadagnarsi i galloni di squadra-rivelazione dell’Eccellenza.

La formazione allenata da Pierfrancesco Pivetti ha terminato l’andata totalizzando ben 21 punti nell’arco di 14 partite.


«Almeno per il momento, posso dire di essere stato buon profeta - afferma il vicepresidente biancoverde Luca Pederzini - la scorsa estate avevo detto che ci saremmo impegnati per costruire l’Arcetana più forte di sempre: un proposito che fin qui si è concretizzato in pieno, con numeri che vanno oltre le migliori speranze».

Qual è la ricetta che ha permesso di fronteggiare con efficacia le numerose assenze?

«Giocatori di talento in ogni reparto, che sono anche contraddistinti da un forte attaccamento alla maglia: l’intera squadra ha lavorato con costanza e impegno per arginare le tante defezioni, sotto la sapiente regia del tecnico Pivetti che sta davvero compiendo un mezzo miracolo. Inoltre grande merito ai ragazzi prelevati dalla formazione Under 19, che hanno dimostrato di avere già la maturità necessaria per affrontare l’Eccellenza: non a caso, l’Arcetana Juniores allenata da Roberto Cavalletti è al comando del proprio girone di campionato».

Il bottino poteva addirittura essere superiore?

«Credo di sì: basti pensare all’immeritato stop sul campo della Fidentina. Poi, impossibile ignorare il ko più recente: con la Cittadella siamo stati puniti da un gol-fantasma, convalidato soltanto dopo l'intervento del segnalinee che peraltro era ben lontano dall'azione. Ad ogni modo, lungi da noi il voler piangere lacrime amare: di certo ci saranno parecchi momenti complessi, ma le prospettive in vista del 2022 appaiono comunque più che lusinghiere».

Il 9 gennaio riprenderete sul terreno della SanMichelese, poi il 16 ad Arceto arriverà il Colorno: in caso di duplice successo, gli spareggi per la serie D diventerebbero un obiettivo?

«Le favorite in ottica playoff sono altre: al tempo stesso quest’Arcetana ha i mezzi necessari per navigare ben lontana dalle acque più pericolose della graduatoria, rimanendo con continuità nella medio-alta classifica. Intanto, la prima sfida dopo la pausa natalizia è sempre tra le più insidiose: poi, anche se ha solo 12 punti, la SanMichelese dispone di un organico che non è affatto così inferiore rispetto al nostro».

A inizio dicembre è approdato in biancoverde il difensore Simone Blotta. All’orizzonte si profilano ulteriori innesti?

«Direi proprio di no, specie considerando che a metà gennaio dovremmo finalmente tornare al completo. In generale, il ds Fabio Chiarabini ha compiuto ottime scelte di mercato: non avevo dubbi perché lui lavora con un piglio e una serietà da professionista».

N.R.

© RIPRODUZIONE RISERVATA