Tra Reggiana e Modena una sfida tra big che ancora non riempie le gradinate

Il gol di Sorrentino contro la Viterbese

Le due regine del campionato hanno numeri da record, ma al Braglia come al Città del Tricolore il cassiere non ride

REGGIO EMILIA. Cosa sta facendo il Modena? È questo l’interrogativo che viene scandito ogni domenica dai tifosi della Reggiana a sancire un duello a distanza tra i granata e i canarini che andrà avanti fino al 9 gennaio quando ci sarà il confronto diretto al Città del Tricolore.

Un confronto in diretta perché Reggiana e Modena giocheranno sempre nello stesso giorno e nella stessa ora per cui al termine dei novanta minuti si potrà guardare in tempo reale la classifica e chi sarà al comando.


CIFRE

Oggi la graduatoria dice che al comando c’è il Modena in virtù del fatto che ha segnato più gol. Reggiana e Modena sono a pari punti, hanno la stessa differenza reti (+20) ma Scarsella e compagni hanno segnato 31 gol contro i 29 dei granata. Se questo elemento fosse in pareggio entrerebbero in gioco le partite vinte e in questo caso il Modena è in vantaggio: 11 successi contro i 10 dei granata.

Per concludere questo confronto statistico a distanza, va detto che la Reggiana ha una miglior difesa rispetto al Modena: 9 reti incassate contro le 11 dei canarini, anche se la migliore del girone è il Cesena con 8 reti subite. In termini di punti la Reggiana ha il record tra le mura amiche (18 contro 17) mentre il Modena è più scarso: 19 punti rispetto ai 18 dei granata. La Reggiana è ancora imbattuta mentre il Modena ha perso 2 partite.

CALENDARIO

Se il confronto si sposta sul calendario è bene rimarcare che entrambe hanno due partite in casa e due in trasferta: la Reggiana domenica (ore 14.30) ospita la Fermana mentre il Modena va ad Imola. Chi rischia di più?

Sono certamente due impegni alla portata di entrambe anche se domenica la Fermana ha superato di slancio per 3 a 0 l’Imolese. Una Fermana che ha perso le ultime due trasferte (Teramo e Cesena) ma è in salute in virtù dei tre successi interni consecutivi. Il turno che metterà a dura prova i granata è quello successivo dato che Radrezza e compagni saranno impegnati nella trasferta di Chiavari contro un’Entella che ha ritrovato la strada giusta per risalire la classifica e lo dimostra il successo per 3 a 1 sul Cesena, che era data come terza incomoda.

L’Entella è in serie positiva da sette giornate con 4 vittorie e 3 pareggi. Alla 17esima giornata, invece, il Modena ospita il Gubbio che attualmente non vince da sei giornate. Una squadra decisamente in fase discendente con tre punti (tre pareggi) nelle ultime sei giornate. L’ultima di andata la Reggiana ospiterà il Teramo mentre il Modena sarà a Pontedera. Questa potrebbe essere una giornata favorevole ai granata perché il Pontedera tra le mura ha perso una sola partita conquistando 5 vittorie e 2 pareggi. Il turno infrasettimanale (mercoledi 22 dicembre alle ore 18) la Reggiana sarà a Pontedera col Montevarchi e il Modena ospiterà il Grosseto.

Tirando le somme, si può dire che per la Reggiana – almeno sulla carta, alla luce di quel che è successo con la Viterbese – l’ostacolo maggiore è l’Entella mentre per il Modena è la trasferta successiva a Pontedera.

IL PUBBLICO

L’ultimo elemento che merita un confronto sono gli spettatori paganti. Domenica la Reggiana ha fatto registrare 4.054 paganti per 35.590 euro d’incasso e sembrava un’affluenza deludente ma il Modena ha fatto peggio dato che per la sfida con la Pistoiese, dopo sette vittorie di fila, ai botteghini si sono presentati 3.824 paganti per un incasso di 26.748. Dunque, al Braglia c’erano duecento tifosi in meno che al Città del Tricolore nonostante il momento esaltante dei canarini. Il che significa che a livello generale qualcosa sta cambiando nelle abitudini degli sportivi. La Reggiana, in ogni caso, è al comando di questa speciale classifica con 37mila presenze contro le 30mila del Modena.

© RIPRODUZIONE RISERVATA