Strautins resta ai box e tiene in ansia la Unahotels in vista di Treviso

Arturs Strautins

Difficilmente il lettone potrà essere della partita domenica più probabile il recupero del convalescente Baldi Rossi

REGGIO EMILIA. Deve fare i conti con un’infermeria non del tutto alleggerita, la Unahotels che ieri ha ripreso i propri allenamenti in vista della gara di domenica 5 dicembre, il match che la porterà a Treviso contro Max Menetti.

L’incognita principale riguarda Arturs Strautins, ancora alle prese con le conseguenze di un’infezione da mononucleosi, mentre meno incertezza regna attorno alle condizioni di Filippo Baldi Rossi.


Il lungo della Unahotels è fermo dalla metà di novembre a causa di una forte botta al ginocchio sinistro rimediata in allenamento, con Brescia non è stato rischiato e nella settimana appena trascorsa non è stato necessario forzare e il giocatore ha proseguito con le attività terapeutiche.

Ieri Baldi Rossi si è riaggregato al gruppo, pur evitando i momenti con contatti fisici intensi, se la risposta sarà buona fra oggi e domani il recupero verrà considerato completo, e l’atleta potrà tornare a lavorare al 100%. Discorso più complesso per Strautins. Il ragazzo lettone sta meglio ma ancora è lontano dalla piena condizione e la ripresa dovrà avvenire con la massima gradualità, per evitare di sforzare un corpo reduce comunque da un’infezione pesante. Al momento appare difficile pensare di vedere Strautins in campo domenica. Anche perché la tenuta fisica non potrebbe essere del tutto adeguato, dopo tre settimane di inattività forzata. In un primo momento, i sintomi avevano fatto pensare a una brutta influenza, i tamponi avevano escluso l’ipotesi Covid e l’ala era stata pure impiegata a Milano dopo aver saltato una gara di coppa. Ulteriori esami hanno poi portato alla scoperta della mononucleosi e allo stop, destinato a prolungarsi.

Con Treviso, quindi, coach Caja potrà quanto meno rimpolpare le rotazioni dei lunghi, senza spremere Olisevicius. L’allenatore reggiano è poi vicino a ritrovare Candi, Diouf e lo stesso Olisevicius dopo gli impegni nelle qualificazioni ai Mondiali con le rispettive Nazionali, Italia e Lituania.

Ieri si sono giocate le ultime partite di questa fase e già nel tardo pomeriggio odierno il trio farà ritorno a Reggio per unirsi ai compagni nella preparazione alla sfida trevigiana. Il calendario presenta diversi appuntamenti preziosi per la classifica, con i confronti diretti con Treviso, Pesaro, Tortona e Trieste inframezzati dal confronto con due realtà di vertice, Brindisi e Virtus. Mettere punti in cascina sarebbe quanto mai prezioso.