Ballotta: «Per la promozione è una lotta fra Reggiana e Modena»

Marco Ballotta

L’ex granata ha giocato anche nel Cesena oltre che con i canarini 

REGGIO EMILIA. Oggi è il presidente del Castelvetro, società dilettantistica del Modenese, ma nella sua carriera ricca di successi il portiere Marco Ballotta ha indossato diverse maglie prestigiose. Tra queste, negli anni ‘90, anche quelle di Reggiana, Modena e Cesena, che in questa stagione si stanno giocando la promozione in serie B.

«Se penso alla squadra più attrezzata per il salto di categoria mi viene da dire Modena- afferma - perché ha allestito una squadra di alto livello con nomi importanti. Dopo un inizio difficile hanno trovato la quadra e ora stanno arrivando i risultati. Credo sarà una lotta a due con la Reggiana, che è partita forte ed è meritatamente in testa. Il Cesena è competitivo, ma lo vedo dietro rispetto alle due emiliane».


Ballotta esalta la qualità delle due rose - «Non so cosa possa mancare a queste due formazioni», il suo commento in merito al mercato di riparazione - e si sofferma poi sui tre allenatori: «Tesser è un tecnico esperto e quando disponi di giocatori di livello sei più un gestore che un allenatore; gli altri due hanno voglia di fare e stanno mostrando cose interessati. Diana, in particolare, sta dando una bella impronta dimostrando di essere un mister di livello».

Vivendo a due passi dalla Ghirlandina respira quotidianamente l’ambiente gialloblu, ora rivitalizzato dalle sette vittorie consecutive. Il derby di ritorno del 9 gennaio per molti sarà decisivo, ma l’importante è intanto non perdere punti contro avversari meno blasonati.

«Il pareggio del Braglia all’andata è stato stretto alla Reggiana, anche se le partite di inizio anno non sono molto veritiere; si è ancora in una fase di rodaggio, e può capitare che l’ultima della classe sconfigga la prima. Il 9 gennaio, invece, non sarà decisiva, ma sarà indubbiamente importante. Chi vince darà un bel segnale a tutto il campionato».

Campione d’Italia con la Lazio e compagno di squadra di Ronaldo il Fenomeno, è abituato a palcoscenici importanti.

«Reggio, Modena e Cesena sono piazze calde e sempre pronte a sostenere, danno qualcosa in più», afferma però in merito al calore dei tifosi.

Domenica Lanini e soci affronteranno la Viterbese.

«Se cali mentalmente, non esiste partita facile. La squadra forte si vede in questi momenti» chiude.

© RIPRODUZIONE RISERVATA