Il Gatta divorzia da Cecchini Mister Alessandro Ferrari dovrà portare il team in salvo

La società castelnovese apre una nuova pagina Toccherà all’ex Ramiseto il gravoso compito di mantenere la categoria

Castelnovo Monti. Il Gatta apre una nuova pagina.

La società ha deciso di non proseguire il percorso con il tecnico Giordano Cecchini: una scelta maturata di comune accordo con l’allenatore.


Il successore è stato individuato in Alessandro Ferrari, che ha iniziato ad allenare i bismantovini nella serata di martedì: a lui il compito di dare una decisa svolta alla squadra, che per ora alberga all'ultimo posto nel girone D di Seconda con 7 punti raccolti in 9 gare. Il nuovo tecnico è esperto della categoria: in Seconda ha guidato Villa Minozzo e Ramiseto, senza dimenticare la promozione in Prima conquistata con il Real Casina nel 2018/19. All’attivo pure un trionfo al Torneo della Montagna: sotto la sua direzione, il Cervarezza ha centrato il titolo Dilettanti 2016.

«Non mi sento affatto declassato - esordisce Ferrari - Al contrario, la ricerca della salvezza è una sfida molto motivante. È ancora presto per dire se ci saranno ritocchi di mercato. Vedo le condizioni necessarie per costruire i miglioramenti che servono. Se non ne fossi convinto, non avrei mai accettato la proposta del Gatta».

L’agenda di domenica prevede il confronto casalingo con la Gualtierese, che in classifica staziona a quota 11.

«I numeri dei rivali di turno contano in maniera relativa - sottolinea - In una situazione come quella che stiamo attraversando, per noi ogni partita presenta sempre piena di insidie: parlando nello specifico dell’incontro che ci attende, le maggiori incognite deriveranno dal modo in cui il nostro gruppo riuscirà ad assestarsi dopo il cambio di allenatore. Il Gatta proviene da 5 ko di fila. Dunque il morale non è al massimo, e inoltre domenica saremo ancora in versione rimaneggiata: d'altro canto ho preso le redini di un organico che nel complesso è in buona forma dal punto di vista fisico, e ciò costituisce una base davvero incoraggiante».

N.R.

© RIPRODUZIONE RISERVATA