Unahotels matata in Spagna

Stevie Thompson a canestro sul campo del Saragozza

Successo del Saragozza per 82 a 77: i biancorossi chiudono la prima fase della coppa al secondo posto

REGGIO EMILIA. E' una sconfitta che non fa danni quella che la Unahotels rimedia nell’arena del Saragozza.
I biancorossi sono infatti scesi sulle tavole del Pabellon Principe Felipe già consapevoli della strabordante vittoria del Saratov nella gara pomeridiana sul campo degli israeliani del Gilboa. Il successo per 71 a 100 ha consegnato il primo posto del girone ai russi. Da seconda classificata, la squadra reggiana andrà quindi ad affrontare la seconda fase del torneo a partire dall’8 dicembre nel girone che comprende gli ucraini del Kiev, i tedeschi delCreilsheim e i belgi dell’Anversa.
Pur priva di un reale valore la gara in terra spagnola parte col giallo. Già privo dell’infortunato Baldi Rossi, dell’influenzato Strautins, Caja si trova a dover fare a meno anche di un’altra ala. Justin Johnson che a causa di un violento attacco influenzale non riesce neppure a uscire dall’hotel. Tramite il club di casa, il giocatore biancorosso ha effettuato in fretta e furia un tampone che ha dato esito negativo.

Si parte e gli spagnoli subito s’infiammano prendendo in mano la gara. Nonostante siano ormai fuori dai giochi, la voglia degli uomini di Ponsarnau di far bene davanti al proprio pubblico è evidente. Garcia dice +4 (10-6) con una tripla attorno alla metà del quarto. Nonostante le tante assenze, Reggio è sempre in scia (10-9 al 6’ e poi 12-11 al 7’). Solo al 9’ Candi s’esalta e dall’arco colpisce per due volte lanciando in alto i suoi. Garcia interrompe il parziale reggiano ma poi ci pensa Crawford sulla prima sirena a fissare il punteggio sul 14 a 22.
La Unahotels contiene bene gli assalti del Casademont e non solo tiene il vantaggio ma lo incrementa: al 12’ Crawford, dalla riga bianca, ritocca il massimo vantaggio a +11 (17 a 28 ). Malgrado Saragozza si faccia più pungente nella seconda parte del quarto, i reggiani tengono dietro e, pur perdendo terreno, non si lasciano mai riprendere (28-34 al 18’ e quindi 30 a 36 all’intervallo).

La Unahotels allarga la forbice del vantaggio sino a 14 punti all’inizio della ripresa, prima che gli spagnoli si scuotano e, crivellando di colpi dai 6.75 il canestro reggiano, prima impattino (53 pari al 28’) e quindi sorpassino i biancorossi sul finire del quarto che si chiude poi sul 58 a 57. Trascinata da Vilà Soley e favorita dagli evidenti cedimenti dietro dei reggiani, Saragozza tiene la testa della gara sino al 34’ quando Thompson riporta avanti i suoi (65-66). Replica il Saragozza che risale con relativa facilità. Pur in affanno a causa delle rotazioni ridotte Reggio ricuce con determinazione sino al -4 (79-75) a 1’30” ma la spinta si ferma di fatto lì e a tripla di Okoye va poi a chiudere i conti.