Il Valorugby incrocia i guantoni con la big Calvisano

Il giovane Gonzalo Garcia in azione

I Diavoli costretti a migrare a Moletolo per la super sfida contro un'altra grande del campionato

REGGIO EMILIA. Di big match in big match, dopo aver affrontato in trasferta il Petrarca, sabato 16 ottobre alle ore 17 i Diavoli del Valorugby Emilia incrociano i tacchetti con un’altra “big” del campionato, il Transvecta Calvisano, nel “remake” della prima storica semifinale Scudetto dei Diavoli nel campionato 2018-2019. Diciannove i confronti diretti in massima serie tra i due club, una sola la vittoria dei reggiani.

Quello che doveva rappresentare l’esordio casalingo davanti ai propri tifosi di Amenta e compagni, come noto si disputerà invece allo stadio “Lanfranchi” di Parma causa indisponibilità dello stadio Mirabello.  

“Contro Calvisano dobbiamo recuperare i punti persi sabato scorso a Padova – commenta coach Roberto Manghi – Ci aspetta un altro big match, un confronto diretto, un incontro che mi aspetto molto combattuto, equilibrato e giocato punto su punto”.

Il Valorugby dovrà fare a meno di molti giocatori infortunati. Oltre ai lungodegenti Leapepe, Quaranta, Newton (diventato papà in settimana con la nascita all’ospedale Santa Maria Nuova nella piccola Emilia Rose), per il match di sabato non saranno disponibili anche capitan Davide Farolini (out per almeno altre tre settimane), Paletta e Sbrocco.

Manghi conferma Matteo Dell’Acqua in seconda linea e assegna la fascia di capitano al giovane mediano di mischia argentino Gonzalo Garcia, già leader del gruppo nonostante la giovane età. Si rivede in campo anche Diego Antl schierato nel ruolo di estremo.

Questo la formazione annunciata: Antl; Bertaccini, Majstorovic, Schiabel, Cioffi; Castiglioni, Garcia (cap); Amenta, Mordacci, Dell’Acqua; Gerosa, Du Preez; Randisi, Luus, Sanavia. A disp.Silva, Diaz, Chistolini, Balsemin, Ortombina, Favaro, Colombo, Dominguez. All.Manghi.

Al “Lanfranchi” dirige Andrea Piardi di Brescia assistito da Federico Vedovelli (Sondrio) e Simone Boaretto (Rovigo). Quarto uomo: Carmine Marrazzo (Modena).

Con un unico biglietto sabato sarà possibile seguire sia la partita del Valorugby contro il Calvisano che quella precedente delle Zebre in URC contro il Glasgow (kick off alle 14).