La squadra di Guy Kaplan è reduce da un passo falso in campionato

Riccardo Bellelli

REGGIO EMILIA. Inizio poco felice per l’Hapoel Gilboa Galil che nella prima e unica giornata di campionato disputata ha perso 83 -69 contro l’Hapoel Be’er Sheva.


La partita è stata in equilibrio per i primi 30’ poi nell’ultimo quarto il crollo degli ospiti che hanno subito un parziale di 20-12 che ha arrotondato i 5 punti di svantaggio dell’intervallo.

Va però sottolineato come l’avversario della Unahotels abbia tirato meglio da due rispetto ai padroni di casa e preso più rimbalzi, mentre ai liberi è stato decisamente deficitario con 14/25 e ha perso ben 20 palloni contro 9.

Ovviamente gli israeliani vorranno rifarsi in campo europeo.

Il roster guidato da Guy Kaplan iscritto alla competizione è abbastanza giovane, 23 anni di età media ed ha subito molti cambiamenti in estate.Per quanto riguarda il mercato nazionale è arrivato un rinforzo nel settore lunghi: Noam Avivi , 22 anni e 205 cm, che si è messo in luce nel Rishon LeZion e con le nazionali giovanili con cui ha vinto due titoli.

Dal Maccabi Haifa sono arrivati come esterni il ventisettenne Rom Geffen (3.2 punti) e Michael Brisker , israeliano di 23 anni con 14.4 punti di media, dal Ironi Hai Motors Nes Ziona è stato prelevato Or Cornelius, (ala, 23 anni, 198 cm) e dall’Hapoel Be’er Sheva è arrivata la guardia ventottenne Tom Maayan.

Come cambio del centro ci sarà il giovane Benayu Sror, ventunenne di 208 cm.

Spostandoci sul mercato degli stranieri regia affidata London Perrantes che viene da una stagione in G League agli Austin Spurs dove ha chiuso con 6.7 punti, 5.6 assist e 1.3 palle rubate, poi c’è Joe Chealey che ha fatto alcune apparizioni da pro con la maglia di Charlotte ma ha giocato principalmente nel Greensboro Swarm e ora cercherà di sfondare oltre oceano.

Faccia nuova anche quella di Ronnie Harrell in arrivo dal Bahia San Agustin Palma dove ha realizzato 16.1 punti di media (e 5 rimbalzi) piazzandosi secondo nella classifica marcatori della Leb Gold. Come ala –centro spazio in quintetto all’americano Sacha Liam Killeja Jones che ha esordito con 19 punti (7/8 da due) e 5 rimbalzi dopo le esperienza in Estonia e in Polonia.

A chiudere il roster alcuni giovanissimi come il 2003 ala piccola Nevo Sommerfeld, il pari ruolo Yotam Hanochi classe 2000 e Daniel Goyte, anche lui del 2003.

© RIPRODUZIONE RISERVATA