Kessie e Insigne verso nuove sfide La Juventus tratta Tchouameni

Trattative in ebollizione in vista della finestra di gennaio Newcastle su Ramsey, anche Belotti verso la cessione

Gennaio appare ancora lontano, ma non per le maggiori società della serie A e per i calciatori che in questa stagione si svincoleranno, e non solo. Al centro delle trattive non c’è solo Lorenzo Insigne, ma anche Ramsey e McKennie, Kessie, Brozovic, Belotti, e altri.

Il centravanti del Toro non ha trovato l’accordo con la società granata come rivelato ieri dal presidente Umberto Cairo, e sono molte le squadre in Italia e in Premier League (soprattutto) che vorrebbero accaparrarsi l’attaccante della Nazionale azzurra visto in azione (poco ma bene) agli ultimi Europei. La grana più grossa sembra averla però - come è già successo ultimamente - il Milan con Kessie. Contratto non rinnovato, proposte di Maldini rifiutate, e i grandi club europei (dal Barcellona al Psg) che vorrebbero avere il centrocampista ivoriano fin da gennaio. Un’ipotesi probabile, che permetterebbe quantomeno al Milan di non ripetere la storia di Donnarumma, e incassare un po’ di milioni di euro.


L’Inter invece deve sbrogliare la grana Brozovic. Anche il croato è in scadenza di contratto, e nelle prossime i dirigenti della squadra campione d’Italia avranno un incontro con il giocatore e il padre. Il timore però è che non si giunga a dama. Il Milan vorrebbe trattare con un vero procuratore per avere le idee più chiare su cosa chiede il giocatore e fino a dove può arrivare il Club. C’è comunque fiducia nel rinnovo, e Inzaghi spera anche in almeno un rinforzo con il nuovo anno, che potrebbe essere Nandez del Cagliari, ottimo per sostituire o affiancare proprio Brozovic e trattato a lungo la scorsa estate. Sempre l’Inter è attenta alle evoluzioni che riguardano Lorenzo Insigne, punto di forza del Napoli e di Mancini. E la storia tra Lorenzo Insigne e il Napoli potrebbe non avere il lieto fine: la firma sul rinnovo del capitano azzurro continua a non arrivare e le richieste dell’entourage del giocatore, cresciuto proprio nella società di De Laurentiis, stanno frenando le trattative portando diverse squadre ad interessarsi al fantasista. L’Inter aveva già pensato in estate a Insigne, ma la clausola di 30 milioni aveva scoraggiato Marotta. A qualche mese di distanza la storia non cambia: in pole position restano i nerazzurri, soprattutto se riusciranno a fare cassa con Sanchez, ormai ai margini. Occhio però al Milan che resta vigile.

Capitolo Juventus. Il cambio di proprietà al Newcastle potrebbe essere la svolta per il ritorno di Aaron Ramsey in Premier. Il Club si liberebbe di un ingaggio di 7 milioni e incasserebbe un po’ di liquido. Obiettivo “proibito” della Juve sarebbe il ritorno di Pogba, ma di questo al limite se ne parlerà a giugno (anche il “Polpo” è in scadenza), mentre potrebbe buttarsi già a gennaio sulla sua giovane controfigura, Aurelien Tchouameni del Monaco e nazionale di Dechamps malgrado i suoi 21 anni. Lo stesso Pogba ne ha parlato benissimo, e i due hanno caratteristiche molto simili (Tchouameni è più portato a difendere, almeno per ora). Altro liquido potrebbe arrivare dalla partenza di McKennie (sempre in Premier). Intanto il Venezia ha ufficializzato l’ingaggio del portiere Sergio Romero, svincolato di 34 anni.

P.C.

© RIPRODUZIONE RISERVATA