Reggio si leva il cappello «Grazie Stefano Landi»

Sui social tanti gli omaggi dei tifosi biancorossi al patron degli anni d’oro del club Oggi pomeriggio la Unahotels di nuovo in campo nell’amichevole a Cremona

reggio emilia. Un lungo omaggio a chi, per oltre due decenni, ha tenuto altissima la bandiera del basket reggiano. Sono i social, ma pure gli ultimi campetti all’aperte e le prime palestre dove le squadre di vario livello iniziano a ritrovarsi, il luogo del vasto quanto meritato omaggio collettivo a Stefano Landi, che dopo un’esperienza quasi trentennale abbandona formalmente Pallacanestro Reggiana.

Il nuovo assetto societario segna l’addio dalla compagine dell’imprenditore, entrato negli anni ’90 in un percorso di gruppo e diventato con il nuovo millennio il socio di maggioranza assoluta e quindi il socio unico.


I messaggi, i saluti, i video in cui si ringrazia sentitamente Landi per il suo impegno costante e generoso sono centinaia, uniti alla speranza che il suo addio non significhi un suo allontanamento definitivo dal basket. In tanti ricordano i successi ma pure gli sforzi per il settore giovanile, di cui tantissime famiglie hanno potuto conoscere l’attenzione, e soprattutto la tenacia e la costanza che hanno permesso alla formazione di biancorossa di rimanere sempre a galla, anche quando il quadro generale era meno allegro. E che hanno consentito di superare l’esilio in A2, conseguenza di quella che ancora oggi i sostenitori ritengo un’ingiustizia mai sanata, la retrocessione nella stagione del caso Lorbek.

La consapevolezza della fine di un’era unisce giovani, maturi, abbonati e chi magari segue a distanza e si è avvicinato negli anni belli delle finali scudetto, e questo è un altro tema forte: i reggiani salutano chi ha permesso allo sport cittadino di arrivare a livelli difficili anche solo da immaginare sino a qualche anno prima.

Mentre Reggio si inchina a Landi, il basket italiano si prepara all’atto finale della Supercoppa, la competizione che la Unahotels ha sfiorato con la rimonta fallita con Venezia nell’ultimo turno di qualificazione. I quarti di finale iniziano oggi a mezzogiorno all’Unipol Arena, la sede dei match interni biancorossi del girone di andata, dalla tarda mattina sino a sera verranno disputate tutte e quattro le gare previste. Si parte con Venezia-Pesaro, seguita da Brindisi-Sassari, Milano-Treviso e dalla conclusione affidata a Virtus Bologna-Tortona. La partita più intrigante in chiave reggiana è senza dubbio Milano-Treviso, appuntamento che segna la prima gara ufficiale italiana di Nicolò Melli dopo il suo rientro dalla lunga esperienza estera. E di fronte troverà un volto ben noto, quello di Max Menetti, impegnato in una corsa senza soste. Ieri sera i veneti hanno disputato la finale delle qualificazioni alla Basketball Champions League e oggi saranno di nuovo in campo.

Domani a corollario della Supercoppa si giocherà l’All Star Game Under 19: la Unahotels sarà rappresentata dal giovane lungo Riccardo Carta.

A.A.

© RIPRODUZIONE RISERVATA