Reggiana, il presidente della Lega Pro in visita ai campi di via Agosti

Francesco Ghirelli, presidente della Lega Pro, in visita ai campi di via Agosti con la dirigenza reggiana e l'assessore allo sport Curioni

Francesco Ghirelli ospite del club granata

REGGIO EMILIA. Domenica il presidente della Lega Pro Francesco Ghirelli è stato ospite della Reggiana. Insieme al presidente Carmelo Salerno, ai soci e ai dirigenti granata, Ghirelli ha potuto vivere a trecentosessanta gradi il mondo della squadra di calcio della città di Reggio Emilia. Il viaggio nell’universo granata è cominciato dal progetto della futura casa della società nell’area sportiva di via Agosti, visitata alla presenza dell’assessore del Comune di Reggio Emilia Raffaella Curioni, dell’onorevole Andrea Rossi e del presidente della Fondazione per lo Sport di Reggio Emilia Mauro Rozzi. È poi continuato passando alle iniziative sociali ed educative che la Società ha messo in cantiere per i prossimi mesi, illustrate dal direttore generale Vittorio Cattani. Si è infine concluso allo stadio Città del Tricolore, dove il presidente Ghirelli ha assistito alla partita.
«Siamo onorati di aver ricevuto la visita del presidente Francesco Ghirelli - ha detto il presidente Salerno - al quale abbiamo potuto mostrare tutti i progetti della società, dalla rinascita della nostra casa nell’area sportiva di Via Agosti, fino alle scelte operate per consentire ai tifosi di poter tornare numerosi ad animare il bellissimo stadio Città del Tricolore, per arrivare alle iniziative che stiamo predisponendo per valorizzare il brand Reggiana non solo in ambito sportivo, ma anche come strumento di promozione di valori e comportamenti virtuosi in ambito sociale ed educativo».
«A Reggio Emilia ho avuto il piacere di vedere il lavoro di una società che guarda avanti, che è vicina al territorio, che si impegna nel sociale e dà un futuro al nostro calcio, a partire dai bambini» dice il presidente della Lega Pro Francesco Ghirelli. «Il centro sportivo che la Reggiana sta per realizzare è una esperienza di grande valore. Inoltre devo complimentarmi con la società granata, perché è stata tra le prime a lanciare iniziative atte a riavvicinare i tifosi allo stadio e i risultati di queste promozioni si stanno già facendo vedere sugli spalti dello stadio “Città del Tricolore”».