La Scandianese parte col botto Non c’è scampo per l’Atletico SPM

sCANDIANO. Dove eravamo rimasti? Dopo un anno di stop il calcio dilettanti riparte dalla Coppa Italia: un primo passo verso il ritorno alla normalità. Speriamo che questa volta lo sia davvero. L’attesa era tanta di rivedere finalmente all'opera la Scandianese, in vista dell'imminente campionato di Promozione. Le premesse sembrano buone dopo la prova convincente dei ragazzi di Baroni, che hanno debuttato con un secco 3-1 sull’Atletico SPM in rimonta. Non così bene invece i due portieri, che nel corso del match hanno dato il peggio con alcune uscite da dimenticare. Si comincia con un tentativo di testa di Benkouhail vanificato dallo sbandieramento del guardalinee. I padroni di casa, schierati con un 4-3-3 manciniano, al 12’ vanno vicini al gol con Rizzuto, che colpisce in pieno la traversa. Continuano a premere i locali, lasciando agli avversari le ripartenze. Matteo Ferrari incontenibile punge sulla destra. Al 23’ Caselli in pressing ruba palla sulla sinistra e favorisce Rizzuto, che da buona posizione conclude a fil di palo. Ma al 35’ arriva la beffa per gli uomini di Baroni: su lungo traversone dalla sinistra di Benkouhail, il portiere Marchi in uscita smanaccia addosso a Forni, con pallone che carambola nella porta sguarnita.

I valori in campo vengono però fuori alla distanza. Al 43’ Caselli, pescato in area, può girarsi indisturbato e centrare l'incrocio dei pali con una prodezza balistica. Al 47’ la Scandianese ribalta il risultato con un preciso rasoterra di Colatini, ispirato da Rizzuto.


Poco da registrare nel secondo tempo a parte il terzo gol dei locali: al 3’, su traversone di Rizzuto, il portiere D’Arca in uscita si fa sfuggire il pallone, che Zinani di testa mette in rete per il 3-1 finale.

La reazione degli ospiti è tutta in un tiro da fuori di Romagnoli sul fondo, sugli sviluppi di un calcio piazzato. Soddisfazione a fine gara nelle file della Scandianese, per il ritorno al calcio che conta e alla vittoria.

«È bello tornare in campo - commenta il tecnico Lorenzo Baroni - e sono contento di farlo con questa società, nella quale mi diverto molto. Stiamo cercando di creare una squadra che giochi bene e che ottenga risultati. Per ora lo facciamo a sprazzi, ma la strada è quella giusta. Vedo un grande entusiasmo nel gruppo e per questo sono molto contento dei ragazzi. Comunque abbiamo ancora molto lavoro da svolgere, per raggiungere i nostri obiettivi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA