La Unahotels asfalta la Fortitudo all'esordio in Supercoppa

Stevie Thompson in azione con la maglia della Unahotels

Tutto facile per i biancorossi che vincono al pala Dozza 67-80. Paura per Cinciarini

REGGIO EMILIA. Schiacciante vittoria della Unahotels Reggio Emilia che passeggia sul campo della Fortitudo Bologna. Match positivo all’esordio in Supercoppa che ha visto la squadra di Caja dominare dal secondo quarto in poi e raggiungere anche i 30 punti di vantaggio per poi rilassarsi negli ultimi minuti.

Caja commenta la vittoria della Unahotels sulla Fortitudo e il ritorno del pubblico

Protagonista il bombardiere Stevie Thompson con 24 punti, coadiuvato dai 19 e 7 rimbalzi di Olisevicius.

Eccellente il 13/26 dall’arco dei tre punti in una serata dove tutto ha funzionato. A rovinare la festa l’infortunio alla gamba sinistra occorso a Cinciarini nel primo quarto: oggi se ne saprà qualcosa di più ma sembra altamente improbabile che  martedì sera con Venezia possa essere in campo.

È Olisevicius a inaugurare le marcature, seguito da 5 punti consecutivi del giovane nuovo acquisto fortitudino Procida. Thompson e una tripla di Hopkins portano avanti gli ospiti ma immediato arriva il pareggio e sorpasso della Effe con Benzing e Aradori. Groselle mette altri due punti in entrata e produce il primo allungo dei padroni di casa sul 12-7. La tripla di Crawford riavvicina i reggiani, poi due minuti a retine inviolate ed è di nuovo una bomba dell’americano a pareggiare i conti a quota 13.

Il momentaneo sorpasso della Unahotels arriva sempre dall’arco con Strautins a cui risponde lo scatenato Ashley che rimette al comando la Fortitudo sul 21-18.

A inizio secondo quarto si scatenano Thompson, Candi e Olisevicius che danno gas al parziale di 7-0 per gli uomini di Caja. La Fortitudo è completamente in tilt e le scorribande reggiane proseguono con la schiacciata di Diouf e il solito Thompson: 10-0 in tre minuti, il tabellone dice 28-21 per gli ospiti. Groselle termina la siccità dei bolognesi ma è solo un lampo.

Reggio Emilia martella inesorabile con Diouf e Candi per il più 11 e poi ancora bombe di Thompson e Baldi Rossi che scavano il solco: 40-25 Unahotels. La Effe cerca di limitare i danni e trova una tripla di Gudmundsson e poi un canestro di Mancinelli sul finale.

All’intervallo Reggio guida 42-30 grazie al parziale devastante di 24-9 nei secondi 10 minuti. Fra i marcatori spiccano i 10 punti di Stevie Thompson.

Nel terzo quarto la Pallacanestro Reggiana maramaldeggia sui resti della Fortitudo. Hopkins scalda i motori con la tripla, gli risponde Aradori e poi Olisevicius macina punti con altri due liberi. Hopkins segna altri tre in fila e Thompson sgancia la bomba che sancisce i venti punti di scarto tra le squadre. La Effe si rivede con due liberi di Benzing ma il massacro prosegue. Olisevicius fa altri tre canestri consecutivi per sei punti ed è più 25: 59-34. Timida reazione di Aradori, altra bomba di Thompson che sembra il più famoso Klay della Nba. Massimo vantaggio 63-36. La tripla dell'ex di turno Candi vale il più 27. Thompson e Hopkins arrotondano sul 70-40. Il quarto si chiude con una tripla di Benzing, 70-43 e gara praticamente chiusa. Il quarto periodo si trasforma in accademia come normale che sia. Groselle torna a segnare ma Olisevicius non disdegna di rimpinguare il bottino personale con un'altra tripla. Thompson ne mette due, Aradori si fa vivo con quattro punti perosnali ma è soltanto il meno 25. Reggio comincia a tirare un po' i remi in barca e Bologna si avvicina gradualmente anche se non procura preoccupazioni. Triple di Baldasso e Richardson per il meno 15 felsineo. Liberi di Gudmundsson e bomba del meno 10 di Richardson. Troppo poco, troppo tardi. Candi chiude il match con la tripla.

IL TABELLINO

FORTITUDO BOLOGNA            67

UNAHOTELS REGGIO EMILIA  80

FORTITUDO BOLOGNA: Richardson 10, Procida 5, Groselle 7, Mancinelli 2, Aradori 13, Gudmundsson 5, Benzing 11, Pavani, Manna, Baldasso 6, Ashley 8. All. Repesa.

UNAHOTELS REGGIO EMILIA: Thompson 24, Olisevicius 19, Hopkins 8, Cinciarini, Johnson, Baldi Rossi 5, Candi 11, Bonacini, Strautins 3, Diouf 4, Crawford 6. All. Caja