Gara di generosità per il Core: a “ruba” i cimeli degli sportivi

Patrizia Pizzetti del Circolo Tennis Reggio Emilia insieme a Rimantas Kaukenas

La serata di beneficenza per finanziare il progetto del Grade fa il tutto esaurito. All’asta la maglia di Melli, la palla di Kaukenas ma anche la divisa di Alice Pignagnoli

REGGIO EMILIA. È proprio vero che lo sport reggiano si fa con il... Core. Lo slogan ideato per la serata di beneficenza a favore del centro oncoematologico reggiano (ideata insieme all’Olimpia Regium calcio a 5) ha trovato conferma martedì sera al Circolo Tennis Reggio Emilia: non solo si è registrato il tutto esaurito, ma i partecipanti hanno fatto a gara di generosità nell’asta di beneficenza in favore di Grade Onlus condotta da Stefano Franzoni.

Proprio l’asta, che presentava numerosi cimeli donati da campioni dello sport e da società sportive reggiane, ha catalizzato l’attenzione dei presenti, raccogliendo una cifra significativa. La più contesa è stata la maglia autografata dei Dallas Mavericks del cestista reggiano Nicolò Melli, attuale capitano della nazionale ai Giochi Olimpici, seguita dal pallone della Rk Charity di Rimantas Kaukenas, presente alla serata insieme alla famiglia.


Su un ipotetico podio “virtuale”, spicca, a sorpresa, il casco degli Hogs Reggio Emilia, quarto posto per la maglia della nazionale di rugby di Tonga di Willy Waki che ha preceduto la canotta del giocatore lituano. Ma anche per le maglie della Reggiana di Venturi, Voltolini e Libutti, così come quelle dei portieri Alice Pignagnoli e Jhons Guennouna c’è stata battaglia.

Il ricavato sarà interamente devoluto a Grade Onlus per il progetto “Ricerca o non ricerca?” del Core, che è stato presentato prima della cena dal direttore generale Roberto Abati: l’obiettivo è raccogliere entro il 2026 circa due milioni di euro per finanziare due importanti studi sui linfomi (Foll19 e Previd) che potranno introdurre innovativi protocolli terapeutici a livello nazionale. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA