Scatta il countdown per Tokio per il leader azzurro Melli

Tutta la grinta del capitano azzurro Nicolò Melli

Il capitano della Nazionale al lavoro all'Acqua Acetosa con il team in vista della partenza per il Giappone

REGGIO EMILIA. Sono giorni di lavoro serrato a Roma per la Nazionale italiana di capitan Nicolò Melli e di Momo Diouf, aggregato al gruppo della prima squadra per dare intensità agli allenamenti assieme all’altro giovane prospetto Spagnolo. Lunedì gli azzurri si sono ritrovati agli impianti dell’Acqua Acetosa dove proseguiranno le sedute sino a sabato 17 luglio, il giorno in cui si imbarcheranno sul lunghissimo volo che li porterà in Giappone, per le Olimpiadi in programma a Tokyo dalla fine del mese. A guidare la squadra in palestra è ancora una volta Melli, riferimento tecnico e morale per la rosa che a Belgrado ha ottenuto una brillantissima qualificazione durante il torneo Preolimpico. Un periodo intensissimo per il 30enne reggiano, che nel frattempo ha formalizzato il suo rientro in Italia, all’Olimpia Milano lasciata nel 2014, siglando un contratto triennale. Rispetto alle gare in Serbia, il ct Sacchetti ha mantenuto 11 elementi, inserendo la stella Nba Danilo Gallinari al posto di Abass.

Gallinari ha terminato la stagione Nba con le finali della Eastern Conference, perse dai suoi Atlanta Hawks contro i Milwaukee Bucks, e come annunciato da tempo si è reso subito disponibile per i Giochi. Per prepararsi a pienissimo ritmo, Sacchetti ha deciso di richiamare il reggiano Diouf e la guardia Spagnolo, gli ultimi due tagli rispetto al Preolimpico, così da avere due atleti già rodati nel suo sistema e nelle modalità di allenamento, senza ulteriori tempi di inserimenti. Dopo la partenza dei titolari per il Giappone, Diouf e Spagnolo non si fermeranno ma rimarranno in azzurro cambiando categoria: i due ragazzi si riaggregheranno subito alla Nazionale Under 20 che dal 20 al 25 luglio disputerà il FIBA Challenge Tournament.