Fantini all’assalto del podio agli Italiani su strada

Tanti i talenti reggiani impegnati nel weekend  ai campionati nazionali  Allievi ed Esordienti 1° e 2° anno che si svolgeranno a Chianciano

Aldo Spadoni

REGGIO emilia. Tanti i reggiani che sabato e domenica saranno impegnati sulle strade di Chianciano Terme nei Campionati Italiani di ciclismo su strada riservati alle categorie Allievi ed Esordienti 1° e 2° Anno.


Diretti dal reggiano Marco Guidetti, tecnico esperto con oltre 200 vittorie in carriera, saranno ben tre gli Allievi reggiani che faranno parte della spedizione: Christian Fantini (Ciclistica Cavriago), Franco Cazzarò (Torrile) e Daniele Costa Pellicciari (Ceretolese).

Fantini è un’atleta completo, capace di conquistare un titolo italiano di ciclocross da esordiente oltre ai titoli regionali in pista e strada, da Allievo in questa stagione oltre a vincere la prestigiosa Coppa Senio, è salito altre cinque volte sul podio e può centrare un grande risultato.

Cazzarò è stato campione italiano Giovanissimi ed Esordienti con le maglie di Reggiolese e Sanmarinese, passista-veloce eccelso in stagione ha vinto in tre occasioni a Ponsacco, Ponzano Magra e Ancarano.

Il guastallese Daniele Costa Pellicciari è cresciuto nella Ciclistica Reggiolese ed è fratello di Nicolò, altro atleta che ha portato alla Reggio delle due ruote numerose vittorie nelle categorie giovanili; passista che può fare bene in volata, sarà uno degli uomini deputati ad entrare in tutte le fughe.

Fra le riserve anche Riccardo Bergamini del Team Strabici Luzzara.

In campo femminile al via Linda Ferrari e Giorgia Tagliavini ex Junior Team Cooperatori e Ciclistica Cavriago che gareggiano da due stagioni con i colori della piacentina VO2 Team Pink.

Nella gara maschile degli Esordienti 1° Anno c’è il reggiano Tommaso Cattini (SC Cavriago). Riserve Alessandro Pedata (Ciclistica 2000 Litokol) e Luca Cavatorta (Cooperatori).

In campo femminile gareggeranno Giulia Casabuolo del VO2 Team Pink e la coppia della Ciclistica Cavriago composta dalla reggiolese Sara Veneri e da Serena Zannoni. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA