La rivoluzione del Valorugby: via sette giocatori

Deciso cambio di rotta del club reggiano: a uscire di scena anche la colonna del team Luciano Rodriguez

reggio emilia. Rivoluzione in casa Valorugby.

Ieri la società reggiana ha annunciato di aver liberatoben sette giocatori: Luciano Rodriguez, Alessandro Devodier, Emilio Fusco, Matteo Falsaperla, Federico Conforti, Leonardo Bacchi e Alberto Chillon.


Il direttore tecnico Roberto Manghi e il suo staff sono già al lavoro per pianificare e programmare la prossima stagione. Dopo l’annuncio dell’ingaggio di Marco Silva, nei prossimi giorni si concretizzeranno altre importanti trattative di mercato.

Si preannuncia quindi un Valorugby decisamente inedito per il prossimo campionato. A cominciare dalla linea di mediana dove in un colpo solo i Diavoli perdono ben quattro protagonisti.

Dopo una sola stagione se ne va infatti il mediano di mischia Alberto Chillon che non ha forse rispettato appieno le attese della vigilia. Arrivato a Reggio proveniente dal Petrarca Padova, Chillon non ha fatto fare al gioco della squadra di Manghi quel salto di qualità che tutti si aspettavano.

Con lui se ne vanno anche i due giovani colleghi di reparto. Emilio Fusco saluta Reggio dopo tre stagioni, mentre Leonardo Bacchi lascia la maglia dei Diavoli dopo due campionati: per entrambi sono in vista esperienze all’estero.

L’uscita più eclatante è però quella di Luciano Rodriguez. Il mediano di apertura argentino era infatti un leader dei Diavoli di cui era anche vice-allenatori dei “tre quarti”. La separazione con il giocatore argentino si spiega per ragioni anagrafiche (il “tucumano” viaggia per le 35 primavere) e forse anche per dare una svolta al gioco dei Diavoli considerato da molti “bello, ma poco produttivo”.

Nel reparto resterà quindi il solo Daniel Newton. Dal gallese si ripartirà in attesa di conoscere i nomi dei compagni di mediana.

Lascia Reggio dopo due stagioni anche Matteo Falsaperla: l’ala di origine romana ha infatti espresso il desiderio di avvicinarsi alla famiglia, mentre capitolo a parte per Federico Conforti e Alessandro Devodier che, per ragioni personali e professionali, hanno deciso di prendersi una pausa dal rugby di alto livello. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA