La Movisport si consola con Melegari e Scandola dominatori in Italia

Aldo Spadoni

REGGIO emilia. Momenti in chiaro-scuro, al “Rally d’Italia” in Sardegna, per la scuderia reggiana Movisport, che comunque ha conservato il comando della classifica iridata per team, festeggiando poi il comando della classifica del tricolore-terra con la seconda piazza di Umberto Scandola.


La delusione passa dal ritiro di Gryazyn-Alexandrov, fermatisi dopo cinque prove a causa di problemi al radiatore.

Nonostante questa importante e assolutamente inattesa defezione, che non ha portato alcun punto iridato per la classifica per Team, la scuderia reggiana è comunque riuscita a rimanere leader della classifica, seppur in coabitazione con TokSport, con 125 punti.

La soddisfazione in ambito mondiale è arrivata quindi per mano di Enrico Brazzoli-Danilo Fappani, quinti in classifica WRC2, acquisendo dieci punti e fissandosi al settimo posto nel ranking provvisorio.

Confermate invece due importanti leadership nell’ambito del Campionato Italiano Rally Terra: quella assoluta di Umberto Scandola-Guido D’Amore che si piazzano al secondo posto assoluto alle spalle di Andreucci.

In vetta alla classifica del Gruppo N spicca il pilota reggiano Zelindo Melegari che, con Manuel Fenoli, ha bissato il successo centrato lo scorso aprile in apertura di campionato al “Rally Adriatico”.

Melegari è così riuscito ad allungare con decisione in testa alla classifica generale. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA