La Unahotels testa i giovani Alibegovic Junior e Oboe

Il figlio minore di Teo si è unito ieri in palestra ai biancorossi sotto contratto Gli allenamenti serviranno a Caja per decidere quali “baby” inserire in squadra

REGGIO EMILIA. Un mese di lavoro pensando al futuro e alla crescita tecnica.

Nel pomeriggio di ieri è ripresa l’attività agonistica della Unahotels, alla palestra della Cassala si sono ritrovati gli atleti biancorossi italiani ancora sotto contratto, cui si sono aggiunti diversi ragazzi del settore giovanile e due rinforzi “esterni”.


Sotto la guida di coach Attilio Caja e del vice Federico Fucà la squadra si allenerà in città per tutto il mese di giugno, sino al termine ufficiale dell’annata 2020/21 e allo sciogliete le righe definitivo.

L’organico comprende sei atleti impegnati in campionato sino a poche settimane fa, Leonardo Candi, Mouhamet Diouf, Filippo Baldi Rossi, Federico Bonacini, Carlo Porfilio e Marco Giannini.

Capitan Candi e Diouf rimarranno solo fino a stasera prima di congedarsi per unirsi al raduno della Nazionale in Trentino al quale sono stati convocati. Con i sei professionisti, sono della partita alcuni prospetti più interessanti del settore giovanile Andrea Maddaloni, Riccardo Carta, Jacopo Soliani e Andrea Codeluppi, che nei mesi passati hanno spesso lavorato con la prima squadra.

Torna poi alla base il regista Jacopo Soviero, che ha concluso la sua esperienza in prestito in serie B nel Bologna Basket. La rosa per questo periodo di giugno comprende anche due esterni senza contratto in essere con Reggio, aggregati a questa fase in cui saranno valutati da Caja e Fucà. Si tratta della guardia Denis Alibegovic e del play-guardia Francesco Oboe, entrambi hanno 21 anni e hanno giocato insieme in serie B ad Ancona nella passata stagione. La curiosità maggiore è per Denis, terzo figlio di Teo, ex giocatore della Fortitudo; i due fratelli maggiori, Mirza e Amar, sono da tempo protagonisti fra A2 e A1, Amar da quest’anno gioca nella Virtus Bologna pronta a disputare la finale scudetto, Mirza è una delle punte offensive di Torino, una delle principali squadre di A2. I due ragazzi potranno provare a mettersi in mostra e avranno un mese per mantenere alta la condizione allenandosi con un gruppo di buon livello.

Alibegovic Jr. e Oboe sono stati individuati dal dg Filippo Barozzi e dal responsabile scout Michele Talamazzi su indicazione della società, che ha deciso di proseguire l’attività agonistica e di scrutinamento anche nel periodo estivo.

In quest’ottica, i dirigenti reggiani hanno cercato profili interessanti soprattutto in serie B, competizione che ha già visto molte formazioni terminare i propri impegni, per permettere allo staff tecnico di effettuare valutazioni sul campo. Il primo risultato di questo lavoro ha condotto Oboe e Alibegovic in città.

Il mercato, invece, è destinato a languire per qualche tempo. Le trattative e le discussioni informali ovviamente proseguono a gran ritmo a ogni latitudine, ma prima di arrivare a passi ufficiali si dovrà attendere quantomeno la conclusione della finale scudetto fra Milano e Bologna.

Il principale obiettivo biancorosso è Bortolani, controllato dall’Olimpia. Difficilmente coach Messina prenderà decisioni al riguardo prima della fine della serie decisiva, e prima di avere riscontri sui propri obiettivi, fra cui spicca Nicolò Melli. Il gran ritorno del giocatore reggiano spingerebbe probabilmente i milanesi a sfoltire l’attuale pacchetto italiani. —

A.A.

© RIPRODUZIONE RISERVATA